Mara Venier sarà la prossima conduttrice di Sanremo? “A me piace…”

Mara Venier sarà la prossima conduttrice di Sanremo? “A me piace…”

Sempre frizzante e coinvolgente nel suo salotto di Rai 1, Mara Venier racconta il suo anno di record e qual è il segreto del suo successo. Chissà se Sanremo le aprisse le porte della conduzione cosa farebbe.


Pochi sono i personaggi televisivi che sono amati per la loro semplicità e tra questi possiamo sicuramente annoverare la “zia” d’Italia, Mara Venier. Ad appena 71 anni, ancora è in grado di parlare al ventenne come al suo coetaneo, intrattenendoli con interviste basate più sulle emozioni che sui semplici fatti. Un esempio del suo successo in merito è Domenica In, al cui timone è stata riconfermata per altri due anni, raggiungendo e superando lo storico conduttore, Pippo Baudo, fermo a 13 edizioni.


Leggi anche: Pierpaolo Pretelli si è offerto di dormire con Mara Venier: “Ha insistito tanto per venire da me”

Pippo è la televisione, l’ho sempre invitato e lo vorrei sempre ospite. Queste 14 edizioni sono un regalo, sono 14 anni della mia vita. Di una Mara che, in fondo, è rimasta una ragazza che non smette di sognare.

La ripartenza del programma è prevista con la stessa squadra di sempre, a partire dal 16 Settembre. Inoltre, e visto il grande successo riscosso nella puntata serale per i festeggiamenti dei 40 anni della trasmissione, verrà riproposta un’altra prima serata.


Potrebbe interessarti: Mara Venier sulle accuse di molestie: “Sto valutando un’azione legale”

Mara Venier: “Sanremo? Solo se mi facessero chiaccherare”

Durante un’intervista rilasciata a Sorrisi e Canzoni Tv, ha confessato che la scelta degli ospiti è principalmente basata su chi la fa sentire a proprio agio.

Io evito a priori le situazioni e le persone che potrebbero mettermi a disagio. Alla mia età posso permettermi di stare alla larga da chi non mi piace: io amo circondarmi solo di persone che mi vogliono bene.

Inoltre, a chi le chiede quando andrà in pensione, risponde di non preoccuparsi troppo.

Col cavolo che vado in pensione! Andrò avanti finché il pubblico gradirà il mio modo di condurre.

Infine, una provocazione. Se un domani fosse chiamata a condurre Sanremo al posto di Amadeus cosa farebbe?

Il Festival di Sanremo? Fossi matta. Non sono una da Sanremo: a me piace stare seduta, chiacchierare. Lì, con tutti gli occhi puntati addosso, mi verrebbe un’ansia incredibile, peggio che al matrimonio di Matano. [di cui è stata officiante n.d.r.]