Giustizia per tutti, stasera su Canale 5, trama e anticipazioni della fiction con Raoul Bova

Giustizia per tutti, stasera su Canale 5, trama e anticipazioni della fiction con Raoul Bova

Scopriamo trama, cast e anticipazioni di Giustizia per tutti, nuova fiction targata Mediaset con protagonisti Raoul Bova e Rocio Munoz Morales. La prima puntata andrà in onda stasera, 18 maggio, su Canale 5.


Raoul Bova si conferma il volto di punta di questa stagione televisiva e, dopo aver preso il posto di Terence Hill nella storica fiction Don Matteo, debutta su Canale 5 con Giustizia per tutti. Stasera, mercoledì 18 maggio, andrà in onda la prima puntata del nuovo format targato Mediaset, che vede come protagonista, accanto a Bova, la sua amata Rocío Muñoz Morales. Al centro, la drammatica storia di Roberto, fotografo condannato ingiustamente al carcere per la falsa accusa di aver ucciso la moglie.


Leggi anche: C’è Posta per Te, il dramma di Raoul Bova: “Stavo male ed ero ingrassato di 20 chili”

La nuova fiction, diretta da Maurizio Zaccaro e prodotta da Showlab e Rb Produzioni, conta in tutto sei episodi, ciascuno della durata di cinquanta minuti circa. Il finale di stagione è previsto per il 1° giugno. Completano il cast, Anna Favella (nel doppio ruolo di Beatrice e Daniela, sorelle gemelle), Francesca Vetere, Giulia Battistini e Beppe Rosso.

Riuscirà Giustizia per tutti, forte della presenza di Raoul Bova, a portare a casa risultati all’altezza dei fantasmagorici ascolti conquistati dal celebre parroco in bicicletta di Mamma Rai?


Potrebbe interessarti: Nuove fiction Canale 5: ecco cosa vedremo nella stagione 2018/2019

Giustizia per tutti, trama e anticipazioni prima puntata

Siamo a Torino. Roberto Beltrami (Raoul Bova), stimato fotografo di moda, è condannato a trent’anni di prigione per l’omicidio di sua moglie Beatrice. La donna aveva una facoltosa carriera come avvocato in un importante studio legale. A trovare il corpo è stato proprio il marito, contaminando suo malgrado la scena del crimine. Roberto, in carcere, riesce a laurearsi in Giurisprudenza e a dimostrare la propria innocenza.

Una volta libero – dieci anni dopo – l’uomo deve ricominciare da capo e riprendere in mano la sua vita, a cominciare dal rapporto con sua figlia Giulia (Francesca Vetere) e sua cognata Daniela (Anna Favella), ispettrice di polizia che ha cresciuto Giulia in assenzadei genitori. La grande occasione arriva da Victoria Bonetto (Rocío Muñoz Morales), figlia del titolare dello studio dove lavorava Beatrice. La Bonetto, impressionata dal talento dell’ex fotografo, vuole che lui collabori con il suo studio per difendere coloro che, proprio come lui, sono stati vittime di errori giudiziari. In questo nuovo percorso, l’obiettivo di Roberto è scoprire chi sia il vero assassino di sua moglie.