Nazionale di calcio, Italia ecco i nomi con cui ripartire fuori Mario Balotelli

Nazionale di calcio, Italia ecco i nomi con cui ripartire fuori Mario Balotelli

Dopo la sconfitta contro l’Uruguay e le dimissioni di Cesare Prandelli è necessario pianificare il futuro, ecco alcuni nomi su cui puntare, Mario Balotelli potrebbe essere clamorosamente out, cerchiamo di capire le ragioni


Finisce il cammino della Nazionale di calcio ai Mondiali in Brasile 2014. L’Italia dell’ormai ex ct Cesare Prandelli ha perso malamente contro l’Uruguay, non tanto per il risultato (1-0, gol di Godìn) ma per la prestazione a dir poco pietosa degli Azzurri. Ci si aspettava una reazione d’orgoglio dopo la sconfitta contro il Costa Rica, vera sorpresa del gruppo D, ma la prestazione non è arrivata. La Celeste, pur senza strafare, ha messo in evidenza tutti i limiti di una squadra decisamente allo sbando non solo dal punto di vista fisico. Ma è ora di risvegliarsi da questo coma, pianificare il futuro e fare scelte oculate. Chi ha voglia di metterci cuore e gambe deve essere convocato, leggi alla voce Giuseppe Rossi.

Da chi ripartire quindi? Su chi puntare per un nuovo progetto vincente? Mario Balotelli non è riuscito a scrollarsi di dosso quella etichetta di eterna promessa che da troppo tempo lo perseguita. Gol sì, ma non a grappoli, reti pesanti come la doppietta alla Germania e quella contro l’Inghilterra ma, nelle partite decisive, il suo rendimento non è stato convincente. Annullato nella finale di Euro 2012 contro la Spagna, invisibile ieri contro la Celeste e sciupone contro il Costa Rica nelle uniche due occasioni in cui Andrea Pirlo lo ha messo a tu per tu contro il portiere. Il ragazzo è fragile e lo ha dimostrato non solo con un ‘quasi pianto’ al momento della sostituzione ma anche con la valle di lacrime durante la famosa panchina di Napoli vs Milan. Ha sempre vissuto di luce riflessa accanto ad un centravanti, lui che non è punta unica. Chiedere delucidazioni a Diego Milito e Zlatan Ibrahimovic.

Mattia Destro e Ciro Immobile gli sono inferiori. Pensiamo proprio di no. Per non parlare del parallelo tra il già citato Giuseppe Rossi e Antonio Cassano. Il barese, al suo primo Mondiale, non ha certo brillato negli spezzoni di partita che ha giocato. E’ bene precisare che il collettivo non ha funzionato e ben pochi si sono salvati in questo marasma. Ma proviamo a trovare un piccolo spiraglio di luce. Marco Verratti è stato autore di un buon primo tempo ieri contro la Celeste, Darmian e De Sciglio possono essere il futuro sulle fasce. Florenzi potrebbe essere un’altra pedina importante per non parlare di Stephan El Shaarawy, Perin come sostituto di Buffon e magari Hachim Mastour per un futuro che finalmente, ce lo si augura, possa tornare Azzurro.

Secondo voi con quale allenatore e quali giocatori bisogna ripartire per tornare vincenti? Aspettiamo il tuo commento: seguici su Facebook cliccando qui.

Ferrari Franco Andrea





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto