Napoli ancora ko ad Udine, decide Danilo

Napoli ancora ko ad Udine, decide Danilo

Il Napoli perde al Friuli contro un Udinese solida e battagliera. Decide Danilo nella ripresa.


Non si ferma la caduta libera del Napoli di Benitez. Nonostante la vittoria in Europa League contro lo Sparta Praga sembrava avesse dato vitalità ai partenopei, in campionato la musica rimane la stessa. E ad Udine Higuain e compagni incappano nella seconda sconfitta in campionato dopo quella di domenica scorsa contro il Chievo.

Benitez ricorre ad un ampio turnover, in vista del match di mercoledì contro il Palermo. Fuori quindi i vari Hamsik, Callejon e Mertens,  dentro Insigne, Michu con Zuniga a completare il reparto delle mezzepunte a supporto di Higuain. Titolare il nuovo arrivato David Lopez che fa coppia con Gargano davanti alla difesa. Stramaccioni opta per una squadra coperta, con Fernandes e Kone a supporto del solito Totò Di Natale. I bianconeri puntano a contenere le sfuriate offensive degli azzurri, lottando come leoni su ogni pallone. Gli uomini di Benitez cercano di adattarsi al match, ma ne escono con le ossa rotte.

Iniziano bene i friulani con un tiro di Badu che non prende la porta. Gli azzurri iniziano a macinare gioco, ma la difesa dei friulani è in giornata di grazia. Perfetta l’intesa del reparto difensivo di Stramaccioni, dove il greco Karzenis guida con sapienza ogni movimento. I napoletani sfiorano la realizzazione solo al 36’ grazie ad una botta dalla distanza di Gargano, su cui Karzenis interviene aiutato dal palo. L’assenza di Inler , Mertens e Callejon inizia a farsi sentire, e Benitez capisce che è il momento di inserire l’artiglieria pesante. Fuori Zuniga dentro lo spagnolo, e il match si infiamma.

Il secondo tempo vede un Napoli premere sull’acceleratore alla ricerca del vantaggio. Higuain si accende e prova a sorprendere Karnezis, ma il greco risponde presente respingendo il tentativo dell’argentino. Sulla ribattuta si avventa Callejon che tira a botta sicura, esaltando i riflessi dell’estremo difensore dei friulani. Stramaccioni fiuta il pericolo e decide di cambiare qualcosa: dentro Thereau per Fernandes. E l’Udinese passa. È il 25’ della ripresa quando Di Natale batte una punizione, toccata da Koulibaly (ancora una volta insufficiente) e raccolta da Danilo che con un tocco beffa Rafael. Vantaggio Udinese, e Napoli nel baratro. Benitez inserisce Mertens e De GUzman ma il risultato non cambia. Allan e Badu giganteggiano a centrocampo, bloccando tutte le iniziative dei partenopei fino al triplice fischio finale. L’Udinese porta a casa un grande risultato, giocando con carattere. L’esempio di Stankovic (espulso per proteste nel finale), leone in panca, conduce i bianconeri alla vittoria. Al contrario di un Napoli che ha dimenticato il cuore al San Paolo, e non riesce più a conquistare il bottino pieno. Don Rafè inizia a tremare, e mercoledì al San Paolo non potrà più sbagliare. (d.r.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto