Milan, Berlusconi vede Mr Bee ma niente è deciso

Milan, Berlusconi vede Mr Bee ma niente è deciso

Continuano le mosse del presidente rossonero per cercare di rinforzare la rosa cedendo una parte delle quota, ma l’incontro di oggi non è definitivo


Dopo le tante indiscrezioni dei giorni scorsi in merito al futuro del Milan oggi è avvenuto il secondo incontro tra Silvio Berlusconi e Mr. Bee, il broker thailandese che già pochi giorni fa aveva ospitato a Villa San Martino ad Arcore, ma almeno per ora niente è deciso. Questa volta teatro del vertice è stato l’hotel Park Hyatt che ha ospitato finora Bee Taechaubol, ma pur essendo forte l’ottimismo non è ancora certo che il presidente rossonero più vincente della storia possa cedere la maggioranza del club.

A chiarire la situazione al termine dell’incontro durato poco più di mezz’ora è stato proprio Silvio Berlusconi affiancato da Bee: “E’ tutto in discussione, è possibile che possa mantenere il 51% del club. Ho trovato in mister Bee una persona assolutamente seria che ha rispettato tutti gli quelli che erano gli adempimenti tecnici che sono prodromici alla stesura degli accordi e del contratto”.

Al momento quindi possiamo parlare di fumata grigia, un po’ perché quando si parla di cessione di una società è bene sempre vagliare ogni passo che si compie, ma non è escluso che Berlusconi voglia tenere una porta aperta anche per capire se i cinesi con il magnate Lee possano presentare a loro volta una proposta.

La collaborazione con Bee potrebbe comunque portare a fare conoscere ancora di più il brand Milan nei Paesi asiatici grazie al supporto dei gruppi finanziari che ha alle spalle e alleggerire il peso di Fininvest che negli ultimi tre bilanci ha dovuto ripianare forti passivi: “Con Bee siamo diventati amici e pensiamo di potere fare cose buone continuando nel nostro rapporto. Lo ringrazio. L’operazione consentirebbe al grande brand del Milan, il piu conosciuto nel mondo fra le società calcistiche, di avere una commercializzazione nei paesi asiatici”. .

“Vi ringraziamo per questa attenzione – ha detto -; ci siamo dati appuntamento tra qualche tempo per poter definire ogni aspetto per quanto riguarda il futuro del Milan”. Ma la svolta sembra vicina. “La mia preoccupazione ha detto parlando ai cronisti – è che il Milan torni protagonista in Italia, in Europa e nel mondo”. Anche Mr Bee è apparso soddisfatto: “Grazie al presidente per questa opportunità. E’ un grande onore. Lavoreremo sui dettagli e ci prenderemo un altro po’ di tempo. C’è ancora da lavorare e dei dettagli da sistemare ma speriamo di chiudere al più presto. Non posso parlare di cifre, ci sono diverse operazioni legali e finanziarie da preparare”. “Resterò presidente? Sì” ha detto infine Silvio Berlusconi, prima di entrare in auto dopo l’incontro con Bee Taechaubol sul futuro del Milan.

Solo le prossime settimane quindi potranno chiarirci se il Milan si appresta a compiere una svolta storica, ma almeno per ora niente è deciso. Non resta che attendere presto Berlusconi e Bee si vedranno ancora per decidere l’ennesimo cambiamento storico per un nostro club.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto