Marchionne: “In Ferrari è giunta l’ora dei calci nel sedere per tornare davanti”.

Marchionne: “In Ferrari è giunta l’ora dei calci nel sedere per tornare davanti”.

Così il numero uno della Rossa ad Autocar: “Quando a Monza non c’era nessuna monoposto con motore Ferrari nei primi sei, mi è salita la pressione del sangue”.


Si è insediato da poco più di un mese e non ha esitato a farsi sentire. In un’intervista rilasciata alla rivista inglese Autocar, il neopresidente della Rossa ha voluto subito alzare la voce. Dopo una stagione nettamente al di sotto della aspettative, senza nemmeno una vittoria, Marchionne non ha usato mezze parole: “Credo che per i nuovi responsabili sia necessario iniziare a dare un po’ di calci nel sedere – ha affermato – bisogna farlo in fretta. Potremmo anche avvitarci –ha proseguito – ma del resto non abbiamo niente da perdere. È l’ora di correre dei rischi”.

Il deludente weekend di Monza è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso: “Quando non ho visto una monoposto motorizzata Ferrari nelle prime sei posizione – ha sottolineato il numero uno – mi è salita la pressione del sangue. Una Ferrari che non vince non rappresenta quello che è il Cavallino. Ci possono essere periodi sfortunati – ha concluso Marchionne – ma la sfortuna non può diventare un elemento strutturale del marchio”.

In attesa che scendano i titoli di coda sull’attuale Campionato, si prospetta tanto lavoro all’orizzonte per la Casa di Maranello. Con Alonso destinato ad un ritorno in McLaren, toccherà a Sebastian Vettel riportare la Rossa alla conquista del titolo. Un titolo che in Ferrari manca addirittura da sette anni, quando a vincerlo fu Kimi Raikkonen.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto