Il Milan di Clarence Seedorf – fuori dalla Coppa Italia, ecco i motivi

Il Milan di Clarence Seedorf – fuori dalla Coppa Italia, ecco i motivi

Prestazione sottotono da parte dei rossoneri


L’Udinese sbanca San Siro e conquista la semifinale di Coppa Italia. La squadra di Francesco Guidolin ha battuto 2-1 il Milan rimontando lo svantaggio iniziale firmato da Mario Balotelli. I bianconeri hanno pareggiato su calcio di rigore trasformato da Muriel e da una bella azione in percussione di Nico Lopez.

Difesa, centrocampo e attacco: i rossoneri non ne hanno azzeccata mezza. Dopo un buon inizio, con Balo sugli scudi, ecco che lentamente l’Udinese ha preso in mano le redini del gioco, facendosi spesso più avanti. Non conta il possesso palla, i reparti erano sfilacciati e l’assenza di Riccardo Montolivo si è fatta sentire più del dovuto. Clarence Seedorf ha dovuto fare a meno anche di Bryan Cristante, affidandosi ad un Nigel De Jong che, pur arcigno, non è esattamente un costruttore di trame. Ricardo Kakà non ha inciso, Emanuelson si è reso protagonista in negativo stendendo Widmer con un intervento sciagurato. Fischi per Nocerino, lontano parente di quel giocatore esaltato dalla presenza di Zlatan Ibrahimovic.

La manovra è apparsa assai lenta e macchinosa e la linea difensiva scoperta quando i friulani ripartivano. Il gol di Lopez è la sintesi perfetta: azione personale, nessun ostacolo con tre difensori incerti su chi doveva marcarlo e tiro preciso nell’angolino. Il tecnico olandese dovrà dare necessariamente equilibrio a questa squadra che, dopo la vittoria contro l’Hellas, incappa nell’ennesima sconfitta di un stagione che sta per assumere tinte drammatiche. L’Atletico Madrid è di ben altro spessore ed in Champions League non si possono fare figuracce.

Il Milan saluta l’Europa, San Siro riempie di fischi una squadra nuovamente involuta. Seedorf avrà ancora molto da lavorare per tornare a fare grande il team per la prossima stagione. Il mercato estivo, però, dovrà essere ad hoc per il modulo dell’ex mediano che, ad ora, sembra non avere le pedine per realizzare appieno il suo progetto tattico. (a.f.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto