Coppa del Mondo – Gli Stati Uniti con Altidore possono battere il Belgio

Coppa del Mondo – Gli Stati Uniti con Altidore possono battere il Belgio

Questa sera alle ore 22 scendono in campo Stati Uniti e Belgio per gli ottavi di finale e gli americani recuperano Altidore e tifano in numero sempre maggiore per l’impresa


Questa sera alle ore 22 italiane all’Arena Fonte Nova a Salvador gli Stati Uniti allenati da Jurgen Klinsmann potrebbero regalare una nuova sorpresa ai tanti spettatori mondiali ma soprattutto al numero sempre più crescente di fans in America dove il calcio, o meglio soccer, non riesce ancora ad attecchire, schiacciato dai tanti sport nazionali, il baseball, il basketball, il football e l’hockey. Di fronte il Belgio allenato da Marc Wilmots, formazione rapida, giovane, energica, ma anche molto tecnica. Sarà una partita combattuta grazie al ritorno di Jozy Altidore, il più forte giocatore a stelle e strisce. E il coro I Believe That We Will Win, si alza sempre più imperioso.

Alla vigilia Klinsmann era stato categorico, non abbiamo nessuna speranza. Non credeva in questa Nazionale, nessuno ci credeva. Per di più erano infilati in girone di ferro con i temibili tedeschi, il Portogallo di Cristiano Ronaldo e il Ghana, sorpresa degli ultimi mondiali in Sud Africa, proprio quelli che eliminarono gli americani ai tempi supplementari nel match degli ottavi. 4 anni esatti sono passati e gli USA sono di nuovo qui. La nazione che non mastica il calcio, che lo chiama soccer anzichè football, che ha un campionato, la MLS, di livello bassissimo e i cui giocatori principali non sono indigeni, la squadra che ha dovuto nazionalizzare diversi atleti pur di avere una formazione decente, la barzelletta degli esperti, quella squadra è agli ottavi!

E in America il tifo aumenta a vista d’occhio. I bar si riempiono ogni volta che gioca la MNT -Men’s National Team-, la gente chiede i permessi per uscire prima dal lavoro -stasera in America saranno circa le 16-, la passione è crescente e sincera e molti ragazzini si avvicinano curiosi a questo sport europeo. Negli Stati Uniti è scoppiata la soccer sickness e tutti ne parlano, sia per criticarlo, “è noioso, non succede nulla, dura troppo, sono tutti dei simulatori”, sia per esaltarlo. Il lungo processo, iniziato negli anni 90, prosegue a passo spedito, oggi la percentuale di fans è incredibile ed è ben oltre le più rosee aspettative.

Questa sera torna il migliore, Altidore. Gli Stati Uniti sono arrivati fin qui senza il loro striker, Jozy Altidore, goleador dall’istinto sopraffino, esploso nel 2011 nelle file dell’AZ Alkmaar, del campionato olandese. Torna oggi dopo aver saltato quasi tutta la fase a gironi. Il 24enne si è infortunato al 21esimo del primo tempo del match contro il Ghana con gli USA avanti 1-0 dopo il goal di Dempsey arrivato dopo soli 29 secondi. Stiramento all’adduttore che l’ha tenuto fermo fino a ieri. Oggi Klinsmann ci va cauto sulle sue condizioni, dichiarandosi ignaro di quanti minuti possa reggere, ma già il fatto che ci sia è un’arma in più per una squadra sempre più fiduciosa nei propri mezzi.

La formazione americana entrerà in campo quindi con il modulo 4-4-1-1 con Howard a difendere la rete, super portierone idolo della tifoseria. La difesa sarà composta da Johnson, Gonzalez, Besler e Beasley. A centrocampo  i quattro dell’Ave Maria, Jones, Bradley, Bedoya e Zusi. In attacco il trequartista Dempsey, neo rapper e punta del Fulham in Premier League e appunto Altidore, al rientro dopo l’infortunio patito con il Ghana, nella prima partita di questi Mondiali.

A dirigere la partita sarà l’algerino Djamel Haimoudi e questo ha suscitato alcune frasi polemiche di Kilnsmann. Il ct tedesco degli americani ha espresso delle perplessità sul fatto che l’arbitro è un francofono e potrà quindi parlare ai giocatori belgi senza difficoltà, inoltre sarà forse risentito del fatto che nell’ultimo mondiale la sua Algeria venne eliminata proprio dagli USA. Wilmots però gli ha risposto subito per le rime, ricordando che il Belgio ha battuto l’Algeria in questo Mondiale e che comunque lui e i suoi giocatori, non parlano mai con l’arbitro. Polemiche abbastanza sterili che speriamo non influenzino la partita.

La partita sarà trasmessa in diretta su Rai 1 dalle ore 22. Chi vince, affronterà una tra Argentina e Svizzera, in campo alle ore 18 e in diretta su Sky Sport Mondiale 1.

Luca Fallati





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto