Berlusconi: “Mr Bee? Il Milan resterà controllato dalla Fininvest”

Berlusconi: “Mr Bee? Il Milan resterà controllato dalla  Fininvest”

La società rossonera lavora per l’ingresso di nuovi soci, ma il presidente e il controllo resteranno così come siamo abituati finora


Sono giorni convulsi in casa Milan dove ai risultati sempre più negativi che stanno maturando sul campo dalla formazione che finora è guidata da Filippo Inzaghi si contrappongono le manovre societarie: dopo l’incontro di sabato con il thailandese Mr Bee, il broker che si è detto intenzionato a investire nel club, Silvio Berlusconi ha voluto chiarire che la società resterà controllata dalla Fininvest anche se dovessero esserci cambiamenti nella gestione delle quote azionarie.

Il patron rossonero in un’intervista rilasciata a ‘La Stampa’ ha così sottolineato che la prima preoccupazione è quella di far tornare la squadra ai livelli che merita: “Il Milan resta e resterà controllato dalla Fininvest. Negli ultimi anni il calcio è stato profondamente cambiato dall’arrivo degli oligarchi russi e degli arabi. In questo nuovo scenario, per la mia famiglia non era più possibile reggere la concorrenza. Vogliamo tenere il Milan in alto, e ci siamo resi conto che da soli non sarebbe più stato possibile. Per questo abbiamo deciso di andare alla ricerca di nuovi soci”.

Con il thailandese comunque ancora non c’è stata la firma che potrebbe portare il club a una svolta, ma il presidente sembra avere chiaro in mente il progetto da realizzare: “L’accordo prevede pure la possibilità che il Milan, a un certo punto, venga quotato in Borsa. Ebbene, se questo succederà, ciascuno di noi soci si impegna a mettere sul mercato la medesima quota percentuale delle azioni, in modo che la maggioranza relativa resti comunque in mano a Fininvest. E che io resti presidente”.

Sul perché i soci dovrebbero accettare queste condizioni, soprattutto riguardo alla presidenza, Silvio Berlusconi non ha molti dubbi: “Gran parte dell’accordo si basa sulla vendita del nostro brand in Cina, dove porteremo anche le nostre scuole calcio e la nostra esperienza in campo sanitario con Milan Lab. E io credo di essere l’italiano più conosciuto in Cina”.

Al momento si deve quindi ancora attendere per l’ufficializzazione dell’ingresso possibile di Mr Bee nel Milan (l’ingresso di soci cinesi non deve essere ancora escluso del tutto), ma per Silvio Berlusconi non ci sono dubbi sul fatto che la società resterà controllata dalla Fininvest come avvenuto finora.

#milan, altri articoli che potrebbero interessare:

– Milan, Fondazione Fiera dice sì allo stadio al Portello

– Milan, Mr Bee: “Un sogno che diventa realtà”

Ilaria Macchi





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto