Benatia lancia frecciatine “europee” alla Roma

Benatia lancia frecciatine “europee” alla Roma

Mehdi Benatia non si esime da uscite poco felice nei confronti della sua ex squadra


Mehdi Benatia continua a parlare della Roma. Come un ex tradito che vuole dimenticare, minimizzando le qualità dell’ex amata, il centrale marocchino del Bayern è tornato sull’argomento giallorosso, paragonando la sua attuale esperienza a quella precedente nella Capitale.

Dopo aver attaccato la società, rea di averlo ceduto controvoglia, Benatia ha ammesso il suo desiderio di trasferirsi in un club più blasonato che gli desse la possibilità di vincere una grande competizione. Velata frecciatina alle effettive possibilità della squadra giallorossa di primeggiare in Europa. Un salto di qualità, quello di scegliere il Bayern Monaco, promosso soprattutto da Franck Ribery, ex compagno di Benatia ai tempi dell’Olimpique Marsiglia.

Gli stava stretta la maglia giallorossa al marocchino, che ormai puntava verso traguardi più internazionali, quando scelse la strada che porta in Baviera. Certo, non bisogna negare che il Bayern sia una spanna sopra i club italiani in questo particolare momento storico. Ma il marocchino ha avuto tale possibilità proprio grazie alla grande stagione vissuta a Roma, e alla stima di tutto l’ambiente e del popolo giallorosso. Ciò Benatia non dovrebbe mai dimenticarlo, visto che la sua culla calcistica è stata l’Italia, e trattarla solo come trampolino di lancio verso mete più accattivanti, è una mancanza di rispetto.

Benatia, però, si riprende quando parla del paragone tra Lahm e Totti, e di quanto l’umiltà, la dedizione alla causa dei loro club e la fedeltà siano caratteristiche che rendono unici questi due grandi campioni. Solo ciò che è sacro non si può dissacrare, fortunatamente. (d.r.)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto