Alessio Cerci, Mario Balotelli, Cristiano Ronaldo: top e flop della serata in Champions

Alessio Cerci, Mario Balotelli, Cristiano Ronaldo: top e flop della serata in Champions

Al Vicente Calderon Cerci festeggia il primo gol in Champions, serata da dimenticare per Balotelli


Gioie e delusioni nell’ultimo turno di Champions, formato Made in Italy. Da una parte Alessio Cerci, dall’altra Mario Balotelli. Il dritto e il rovescio della medaglia. L’attaccante dell’Atletico riesce finalmente a sbloccarsi, nella serata che regala agli spagnoli il primo posto nel girone con l’Olympiacos.
Mancava solo a lui alla festa del gol contro il Malmoe. Ha dovuto però aspettare fino al 90’. Cerci prova la botta da fuori di sinistro, ma a mettersi di mezzo è il palo. Sulla ribattuta la palla torna nei piedi del giocatore, al quale basta calibrare meglio la mira per trovare il primo gol in Champions.

Al Vicente Calderon l’attaccante festeggia, ad Anfield Road, invece, va in scena l’ennesima serata da dimenticare per Mario Balotelli. L’attaccante dei Reds è ormai un lontano parente di quello visto nella gara del debutto contro il Ludogortes. Come se non bastasse, il gesto a fine del primo tempo, quando il giocatore scambia la maglia con Pepe, sapendo di non rientrare più in campo nella ripresa. Non poteva che scatenarsi la reazione dei tabloid inglesi, che definisco Mario come un calciatore senza attaccamento alla maglia. Per l’attaccante, multa in arrivo dopo il misfatto.

Nella serata di Anfield, che vede soccombere per 3-0 il Liverpool, brilla ancora una volta la stella di Cristiano Ronaldo. CR7 inaugura la marcia dei blancos, grazie ad un preciso destro che sblocca l’incontro. Al resto ci pensa Karim Benzema. Un pallonetto beffa e un tocco sotto porta chiudono l’incontro già nei primi 45 minuti.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto