Max Gazzè, “I Tuoi Maledettissimi Impegni” video e testo

Max Gazzè, “I Tuoi Maledettissimi Impegni” video e testo

La nuova canzone del cantautore romano è già un successo


Max Gazzè ha invaso le radio con la sua nuova canzone intitolata “I Tuoi Maledettissimi Impegni” brano che durante l’ultimo Festival di Sanremo era stato scartato in favore di “Sotto Casa” pezzo che ha avuto un grandissimo successo nonostante non abbia vinto la kermesse canora.

Sotto Casa” è l’ottavo disco di Max Gazzè. L’album sta avendo molto successo e ogni brano è un piccolo universo a sè stante che con un perfetto equilibrio tra energia e poesia. I temi che il cantautore ha voluto trattare nelle dieci tracce sono vari. Max Gazzè parla di gelosia, di violenza e cerca di fare luce su quello che è lo sfaccettato mondo dei sentimenti. Come sempre ogni lavoro di Gazzè è realizzato in collaborazione con il fratello Francesco che lo aiuta nella stesura delle canzoni.

Da brano a brano si può percepire quello che è il diverso grado di coinvolgimento del cantante nella canzone che sta eseguendo. “Atto di Forza” tratta della violenza sulle donne e Max Gazzè riesce a trattare l’argomento in maniera molto delicata e poetica.

Nel brano “I Tuoi Maledettissimi Impegni” parla della frenesia che persiste nella vita dell’uomo contemporaneo. L’invito di Max Gazzè è quello di ritagliarsi del tempo per fermarsi e riflettere e cercare di non farsi sopraffare dalle moltissime cose che ci sono da fare ogni giorno. Dopo essersi lamentato della vita troppo impegnata della propria donna, l’amato sogna di trasformarsi in una molecola di vento o in un fermaglio per capelli per poter passare più tempo con lei. Il video della canzone inizia proprio con uno scambio di battute tra Max Gazzè e la fidanzata che dopo pochi minuti se ne va perchè oberata di lavoro.

Max Gazzè- I tuoi maledettissimi impegni
Se tu lavori

Tutto il giorno

A che mi serve

Vivere?

Aspetto fuori

Il tuo ritorno

Pensando sempre

E solo a te.

Ma tu

Coi tuoi discorsi strani:

Cantare le canzoni

Oggi non basta più!

E non c’è una soluzione se non quella

Di rimpicciolirmi a dismisura

Fino al punto di traslocare nella

Borsa tua con gran disinvoltura…

Oppure supplicare e supplicare la tua ombra

Di cedermi la possibilità

Di rimanere là

A disposizione

Cambiando se tu cambi posizione…

O essere l’involucro

Di ogni

Funambolico

Pensiero che ti viene

Quando le giornate sono piene

Dei tuoi maledettissimi impegni!

Sei tu

Che mando

Giù

Nel petto

Quando

Mi getto

Vino

In gola…

E più ti respiro

E più t’ingoio

Più voglio

Rivederti ancora!

Forse c’è una soluzione buona in più:

Potrei farti da fermaglio

Per capelli

Se per sbaglio

Ti venisse voglia di tenerli

Su…

Oppure travestirmi da molecola di vento

E accarezzarti impunemente

Il viso mentre

Non hai tempo…

Non hai tempo!

E non c’è una soluzione

Se non essere l’involucro

Di ogni

Funambolico

Pensiero che ti viene

Quando le giornate sono piene

Dei tuoi maledettissimi impegni!

Max Gazzè – I tuoi maledettissimi impegni

(s.e.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto