Caparezza oggi 2 luglio il #MuseicaTour2 scuoterà Senigallia

Caparezza oggi 2 luglio il #MuseicaTour2 scuoterà Senigallia

Dopo la partenza esplosiva con il sold out al Rugby Sound di Parabiago il 26 giugno e la folla oceanica radunata allo Zanussi di San Daniele, il #MuseicaTour2 oggi 2 luglio arriva a Senigallia (AN), ecco scaletta e qualche info sull’album Museica di Caparezza


Qui troverai la scaletta del concerto di Caparezza, dove seguirlo in streaming ed alcune considerazioni su Museica, l’ultimo album dell’artista pugliese. Sul palco oltre a Michele Salvemini, in arte Caparezza ( detto anche “pala eolica sulla statale”, per chi prova un trasporto eccezionale per le rime che scrive”) andranno in scena Diego Perrone il bravissimo frontman dei Medusa (voce e cori), Gaetano Camporeale (alla tastiera, sintetizzatore e cori), Alfredo Ferrero (alla chitarra, sintetizzatore e cori) e il potente gruppo ritmico composto da Rino Corrieri alla batteria e Giovanni Astorino al basso, violoncello e cori, capaci di far saltare, pogare e ballare anche soggetti insospettabili.

Museica ha come tema principale l’Arte, a partire dalla copertina che raffigura il quadro omonimo di Domenico dell’Osso. Quella di scrivere un album su una tematica del genere è stata una scommessa vinta dal cantautore che ha da sempre trattato temi scomodi con una naturalezza disarmante.
“L’odissea dell’album Museica” è iniziata nel 2013, alla fine dell’Eretico Tour, durante una gita al museo di Van Gogh ad Amsterdam, per la precisione: davanti al quadro Natura morta con bibbia, dove una bibbia  enorme accostata alla Gioia di Vivere di Emile Zola scredita la fama di pittore folle e rivela una pensiero molto più profondo di quanto tramandato dalla storia. La storia dipinge Van Gogh come un pazzo, il prototipo perfetto dell’artista maledetto, tormentato da problemi mentali. Il pittore olandese dalla copiosa produzione artistica di qualità imparagonabile aveva tuttavia la capacità unica di ritrarre aspetti futili e portarli ad un piano artistico imparagonabile. Per Caparezza, l’immagine del possessore di tale dote doveva essere riscattata. Visti gli standard odierni dove si vivono giorni di ordinaria e banale follia diventata perfettamente normale e comprensibile ma dalla produzione artistica nulla o sterile: il genio di Van Gogh va oltre la follia; era un grande artista e va riconosciuto come tale.

Ogni traccia dell’album è associata ad un’opera d’arte e crea un ponte ideologico tra musica, arte e società. Avrai ragione tu che tutto il gruppo interpreta in versione Komunista con tanto di divise dell’armata sovietica e leimotiv Dasvidania e Vodka, Makaroni & Svobòda” è un potente avvertimento alla rassegnazione che va tanto di moda. Teste di Modì riprende la grande burla livornese degli studenti di belle arti che riuscirono ad ingannare autorevoli critici ed esperti sfruttando una leggenda, pietre d’arenaria e dei black&decker.

Comunque Dada è incentrata sul manifesto dadaista dei disertori a vita del Cabaret Voltaire. Cover rende un degno omaggio all’arte poco riconosciuta delle copertine e ripropone una selezione di dischi che hanno fatto la storia della musica degli ultimi decenni. Il ritornello è affidato a Roddy Rock, (un misterioso personaggio dall’apparenza straordinariamente uguale al discografico Fausto Donato), del quale si sa poco o nulla.

China Town, un trionfo melodico reso unico da piano e corde, forse la più bella ballad degli ultimi anni. Non me lo posso permettere riprende alla perfezione il sentiment di molte famiglie italiane davanti al ritmo nevrastenico del consumismo.

Argenti vive invece sarà il prossimo singolo estivo ad essere rilasciato dall’artista. Anche qui si tratta di un’altro riscatto morale: una conversazione immaginaria tra Dante e Filippo Argenti, passato alla storia come maledetto e collocato all’Inferno tra i violenti. In realtà è un violento vittima di violenza che protesta e manifesta le sue ragioni. Si, il concetto è contorto ma diventa chiaro ascoltando il singolo che a breve avrà anche un proprio video ambientato all’Inferno, girato stando alle indiscrezioni, a Molfetta.
Troppo politico è il brano che chiude il concerto, un manifesto poco politico della contraddizione dal ritmo dance – catchy.

Fai da tela (feat Diego Perrone) è il brano alternative più interessante dell’album. Introspettivo, personale, urlato e sentito è il perfetto collante che tiene insieme il concept dell’album: siamo come tele che la “gente” dipinge come vuole, come crede. Purtroppo questo brano non è incluso nella scaletta del concerto, ma merita essere ascoltato, così come altri gioielli cult esclusi come Kitaro, Sfogati, E’ tardi (feat. Michael Franti), Compro horror, Canzone a metà, Figli d’arte e, imperdibili, la canzone all’entrata e all’uscita.

Nonostante il pubblico target sia chiaramente italiano, senza pretese di esportazione se non agli italiani residenti all’estero, la qualità artistica del suono è ai massimi livelli internazionali. L’album è stato registrato a Molfetta negli SunnyCola Studios ma la post-produzione è stata realizzata a Los Angeles. Sound design e mastering sono stati affidati a due fuori classe del panorama musicale internazionale: Chris Lord Alge (Aerosmith, P!nk, Zebrahead, tanto per citare alcuni artisti con cui lavora) e il mastering a Galvin Lurssen. La qualità di quest’album quindi oltre al riconoscimento del pubblico “storico” ha collezionato anche numerosi premi per: vendite, live d’autore, una targa Tenco ed altri.

La scaletta del concerto di Caparezza non poteva escludere i grandi successi degli album precedenti e grazie a sketch o piccole introduzioni rientrano nella tema artistico alla perfezione. Impensabile un concerto senza Abiura di me, Nessuna Razza o Vieni a ballare in Puglia.

caparezza abiura di me
Caparezza – Abiura di me a Parabiago 26 giugno 2015

Ecco la scaletta ufficiale del concerto #MuseicaTour2 di Caparezza

Mica van Gogh

Abiura di me

Sono il tuo sogno eretico

Teste di Modì

Nessuna Razza

Follie Preferenziali

Comunque dada

Il dito medio di Galileo

Cover

China town

Eroe

Argenti vive

Ilaria condizionata

Non me lo posso permettere

La fine di Gaia

Vieni a ballare in Puglia

Avrai ragione tu

Vengo dalla luna

Fuori dal tunnel

Goodbye Malinconia

Chiusura con Troppo politico

 

Caparezza  #MuseicaTour2 Date
Caparezza #MuseicaTour2 Date – Visita la pagina Facebook dell’artista

Dove seguire il concerto di Caparezza a Senigallia in streaming? Semplice: RaiRadio2 trasmetterà in streaming il concerto, (segui il link). 

Ringraziamenti

Rino Corrieri: grazie per la scaletta!

 

 

Ivone Ferreira





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto