Il Collegio 7, al via la prima puntata con tante novità

  • Laureata in Scienze Politiche
  • Autrice premiata agli Italian Mission Award

Il Collegio 7, al via la prima puntata con tante novità

Torna a grande richiesta la nuova stagione de Il Collegio 7, ambientata nell’anno del boom economico, il 1958. Stavolta i venti ragazzi saranno suddivisi in due sessioni e faranno la conoscenza dei nuovi professori.

Ieri sera abbiamo visto il debutto della settima stagione de Il Collegio, che vedrà la seconda puntata in onda di nuovo stasera, per un eccezionale doppio appuntamento. Dalla prossima settimana, si tornerà alla programmazione classica ogni martedì sempre su Rai 2 alle 21.20 per otto puntate, rivedibili sulla piattaforma Raiplay. Location per il terzo anno consecutivo, il Collegio Regina Margherita di Anagni, dove sono riproposte le consuete regole: niente tecnologia, niente abiti alla moda ma divisa e taglio di capelli per tutti. A narrare le gesta dei 20 prodi studenti, non sarà più il conduttore Giancarlo Magalli ma l’attore Nino Frassica.

Come anticipato in precedenza, i ragazzi vivranno l’anno 1958, data che vede l’inizio del “miracolo economico” in Italia. La Cinquecento, il frigorifero e la lavatrice sono emblemi del boom dei consumi. Da questo scaturirà un grande ottimismo e una spinta alla crescita ma parallelamente anche lo svuotamento delle aree rurali e l’espansione delle città. Per tali motivi, la richiesta di scolarizzazione aumenta e le industrie cercano sempre più figure specializzate da impiegare. Anche per la televisione, la musica e il cinema è un momento prolifico. Nel 1958 Domenico Modugno vince il Festival di Sanremo con la celeberrima Nel blu dipinto di blu. Gli italiani sono catalizzati da Canzonissima e i ragazzi possono istruirsi grazie al programma Telescuola.

Il Collegio 7, due sezioni e nuovi professori

Tra le novità più eclatanti di quest’anno è la suddivisione in due sezioni: una di scuola media in cui sarà studiato il latino e l’altra di scuola di avviamento professionale. Una suddivisione in vigore proprio nel 1958 e che è stata riproposta per far calare studenti e professori del Collegio nell’atmosfera di quegli anni.

Ritorna a guidare la scuola il preside Paolo Bosisio assieme al professore di italiano Andrea Maggi mentre il resto del corpo docenti ha subito un rinnovo totale. Infatti, non ci saranno, oltre alla già decantata professoressa Maria Rosa Petolicchio, anche il professore di storia e geografia Luca Raina oltre al professor di arte, Alessandro Carnevale. Confermati invece i due sorveglianti che dovranno fare gli straordinari essendosi raddopiate le classi.

Programmazione TV
Lo sapevi che...