Isola dei Famosi, Alessandro Iannoni si ritira: choc in studio, lacrime in Honduras

Isola dei Famosi, Alessandro Iannoni si ritira: choc in studio, lacrime in Honduras

Alessandro Iannoni, figlio di Carmen Di Pietro nonché uno dei favoriti per la vittoria dell’Isola dei Famosi, ha deciso di abbandonare il reality show. Le sue ottime motivazioni, tuttavia, hanno scatenato una polemica in studio.


Alessandro Iannoni, concorrente favorito per la vittoria, ha abbandonato L’Isola dei Famosi. Cominciamo dall’inizio. La diciannovesima puntata del reality show ha posto i naufraghi ‘veterani‘ (cioè coloro che si trovano in Honduras sin dall’inizio di questa edizione) di fronte a una scelta cruciale. Tutti, infatti, hanno firmato un contratto che prevedeva la loro permanenza fino al 23 maggio, data in cui originariamente era prevista la finale.


Leggi anche: Isola dei Famosi 2019: Paolo Brosio chiede un medico in lacrime, Youma si ritira dal gioco

Tuttavia, come sappiamo, la produzione ha deciso di prolungare di più di un mese la trasmissione, ovvero fino al 27 giugno. Ciascuno dei concorrenti, dunque, è stato chiamato a decidere se accettare le nuove condizioni oppure ritirarsi. Alessandro Iannoni è stato l’unico a optare per il rientro in Italia. Ha ammesso che rimanere più a lungo scombinerebbe i suoi progetti universitari. La sua università, infatti, è molto impegnativa, anche perché i corsi sono in lingua inglese, e Iannoni non se la sente di rimanere indietro.

Ilary Blasi e gli opinionisti in studio hanno fatto il possibile per dissuaderlo, minimizzando le sue ragioni. Un ragazzo di vent’anni che sceglie lo studio invece dei reality, probabilmente, viene visto come una persona che sta commettendo un grosso errore. Invece di sottolineare l’ottimo esempio che la sua decisione potrebbe offrire a tanti giovani che, oggi, vedono nell’apparire (in tv o sui social) l’unica ambizione degna di essere perseguita, tutto è stato ridotto a un ‘che vuoi che sia? Gli esami si rimandano e li farai più avanti‘. Come se partecipare a un reality show fosse la più grande occasione che possa capitare nella vita, quando esempi come quello di Jeremias Rodriguez (che ne ha fatti ben tre) dimostrano che, al contrario, sono i reality le esperienze ripetibili all’infinito.


Potrebbe interessarti: Isola dei Famosi, paura in Honduras: naufraghi allo stremo per il maltempo

Alessandro Iannoni sceglie l’università: “Non posso più rimandare”

Ilary Blasi, addirittura, ha insinuato che le motivazioni di Alessandro fossero altre e che forse non era sincero. Il ragazzo ha replicato:

La vera motivazione è questa. È vero che mi mancano tutti a casa ma non è una scusante, perché qui ho un pezzo della mia famiglia, il più importante. Ma io devo studiare, devo andare all’università. Ho mantenuto la mia promessa, sono cresciuto e sono maturato, ma non posso rimandare più nulla. Non posso più restare qua.

La svolta ha commosso profondamente non solo il diretto interessato, ma anche i suoi compagni d’avventura. Carmen Di Pietro è scoppiata in singhiozzi, pur condividendo la decisione del figlio, ma anche Edoardo Tavassi e Nicolas Vaporidis, con cui Iannoni aveva stretto una solida amicizia, hanno accusato il colpo.

La produzione ha tentato il tutto e per tutto, schierando persino uno dei migliori amici di Alessandro, Edoardo, che si è collegato con il naufrago per convincerlo a ripensarci. “Per raggiungerti in Honduras ho saltato un esame” ha confessato il ragazzo, che ha a sua volta sminuito gli impegni scolastici in favore della grande opportunità di vincere L’Isola dei Famosi.

Il percorso all’Isola dei Famosi

A nulla è servito il monumentale sforzo da parte di chiunque: Alessandro, per fortuna, è rimasto fermo sulla sua decisione e ha abbandonato la Palapa per tornare in Italia. Su Twitter si è scatenato un putiferio. “Mandate i libri in Honduras e fate Playa Universitade”, scrive un utente. Quel che è certo è che, come ha sottolineato Vladimir Luxuria, Alessandro Iannoni torna in Italia da vincitore.

Il figlio di Carmen Di Pietro si è distinto per l’educazione e l’umiltà con cui ha affrontato l’avventura in Honduras. Al di là dell’immagine di mammone, sulla quale probabilmente ha anche un po’ marciato, ha dimostrato di essere un ragazzo tenace e di saldi principi, impermeabile a condizionamenti e pressioni esterne. Con la speranza che possa essere d’ispirazione per tanti coetanei che, al contrario, avrebbero boicottato gli studi alla velocità della luce per restare sotto i riflettori.