World Press Photo Exhibition, a Napoli

World Press Photo Exhibition, a Napoli

NAPOLI – La World Press Photo Exhibition, la più potente e significativa mostra itinerante del fotogiornalismo mondiale, torna per la…


NAPOLI – La World Press Photo Exhibition, la più potente e significativa mostra itinerante del fotogiornalismo mondiale, torna per la seconda volta in città, con le immagini che hanno documentato per un intero anno le vicende del pianeta sulle principali testate del mondo. SI Può visitare al PAN dall’8 dicembre al 4 gennaio.

La giuria internazionale della 54° edizione del World Press Photo premia foto dell’anno il ritratto di Bibi Aisha della fotografa sudafricana Jodi Bieber; il volto di una giovane donna afgana sfigurato da un marito vendicativo. Quest’anno la mostra è dedicata a due fotografi che il 20 aprile 2011 sono rimasti uccisi in Libia: l’inglese Tim Hetherington e lo statunitense Chris Hondros.

Nove le categorie in cui è suddivisa la rassegna: Vita quotidiana, Protagonisti dell’attualità, Spot news, Notizie generali, Natura, Storie d’attualità, Arte e spettacolo, Ritratti, Sport. Cinquantacinque in tutto i fotografi premiati in rappresentanza di 23 diverse nazionalità. La giuria ha riconosciuto anche una “Special Mention” alle fotografie scattate dai minatori intrappolati per 69 giorni nella miniera di San José, in Cile, a 700 metri di profondità.

L’anno scorso fu un italiano a vincere il prestigioso premio: Pietro Masturzo, ma anche quest’anno sono otto gli italiani (Riccardo Venturi, Massimo Berruti, Marco Di Lauro, Ivo Saglietti, Davide Monteleone, Daniele Tamagni, Fabio Cuttica, Stefano Unterthiner) che hanno ottenuto importanti riconoscimenti e che saranno presenti alla press preview e all’inaugurazione dell’edizione napoletana, insieme a Darcy Padilla, Sarah Elliott, Wolfram Hahn, Fernando Moleres, Malte Jäger.

L’Associazione Culturale Neapolis.Art che sostiene e cura l’evento, offre agli appassionati di fotografia una serie di workshop e lecture a cura dei fotografi vincitori e la novità di alcuni appuntamenti speciali. www.palazzoartinapoli.net





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto