Venerdì 17: perché porta sfortuna, riti e scaramanzie

Venerdì 17: perché porta sfortuna, riti e scaramanzie

Riti e scaramanzie contro la temuta data di venerdì 17, scopri perchè porta così tanta sfortuna


Venerdì 17, una data che lascia non poche preoccupazioni in milioni di persone da ogni parte del mondo. Molte le superstizioni per combattere questa data, particolarmente temuta. Ci si chiede come mai questa data, venerdì 17, porti così tanta sfortuna.

Secondo alcune teorie, venerdì è il giorno della morte di nostro Signore Gesù Cristo. La data, per quanto scritto nei Vangeli è il 17, numero considerato sfortunato anni prima già dai pitagorici. C’è poi la tradizione cattolica, dove viene ricordato “Il diluvio universale”, il cui inizio fu il giorno 17.

Infine non manca la storia, dove vengono riscontrate celebri sconfitte. Una su tutte è la battaglia di Teutoburgo del 9 d.c. tra romani e i germani di Arminio. Le legioni 17, 18 e 19 furono rase al suolo, tanto che dopo questa data, i numeri furono ritenuti infausti e non più attribuiti ad alcuna legione.

Vietato poi dimenticare la celebre scritta VIXI, posta sulle tomba, il cui significato è ho vissuto, ossia sono morto.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto