Uomini e Donne, Teresa, l’intervista dopo la scelta: “Antonio non mi faceva sentire una donna”

Uomini e Donne, Teresa, l’intervista dopo la scelta: “Antonio non mi faceva sentire una donna”

L’ex tronista partenopea ha rilasciato una lunga intervista al settimanale dedicato del dating show, rompendo così il suo silenzio sui fatti della scelta.


E’ passata una settimana dallo speciale serale di Uomini e Donne dedicato alla scelta di Teresa Langella. L’ormai ex tronista partenopea ha deciso di rimanere in silenzio dopo essere stata rifiutata dal corteggiatore Andrea Del Corso. Teresa ha però deciso adesso di parlare e ha rilasciato una lunga intervista al settimanale ‘Uomini e Donne Magazine’:

Non è stata una doccia fredda, piuttosto oserei dire ghiacciata. Mi sento persa e quello che è successo lo considero un fallimento. Gli ho creduto e ho creduto in noi. In quello che eravamo insieme. Oggi faccio fatica a pensare che sia tutto finto. Mi farebbe troppo male perché ho provato qualcosa e sentivo che tra noi c’era della verità. Probabilmente ero solo io a vivere delle emozioni. Ed è questa la triste realtà […] Avevo speranza. Poi è arrivato il bigliettino e ho capito che ci fosse dietro lui. Mi chiedo quando abbia cambiato idea. L’unica cosa certa è che non è stato mio padre a condizionarlo. Avevamo già parlato tante volte nelle esterne dei progetti futuri, della voglia di creare una famiglia. Evidentemente a volte esistono delle persone che solo per il gusto di vincere arrivano a tutto.

Non esiste qualcosa che va storto – ha continuato Teresa – Esiste un sentimento che c’è o non c’è e se esiste ti porta a volerlo vivere fuori da lì con più amore. Più volte Andrea ha sostenuto di essere tanto sensibile, ma nei miei confronti non ho visto nulla di tutto questo. Non mi aspettavo che una persona che ha sofferto nella vita, che si è aperta così tanto con me, potesse comportarsi così. Mi ha mentito sulle emozioni che provava, in quegli abbracci stretti dove solo io e lui potevamo sentirci, per non parlare delle parole che mi diceva come “Come ci guardiamo noi non si guarda nessuno” oppure “Nel nostro bacio eravamo una cosa sola e ti ho sentita mia“. E’ andato oltre la finzione, perché puoi fingere nelle parole ma non si può fingere di provare un’emozione che lui stesso definiva magica: è crudeltà. Mi ha detto che eravamo complementari: simili nel dissimile. A questo punto, se pensi queste cose, non puoi non presentarti. La verità è che io sono una ragazza semplice e lui non mi ha mai voluta. Pensavo ritrovasse in me la genuinità che a lui tanto mancava, quella spontaneità che ho io e che forse lui mai avrà. A un certo punto in villa mi ha detto: “Mi freghi sempre”. Cosa voleva dire? Per me significava che ci sarebbe stato. Io sarei stata pronta ad abbracciare ogni sua fragilità e insicurezza, ma lui non ha mai voluto.

Teresa ha però ribadito di essere stata sicura fino all’ultimo della sua scelta e ad oggi di non pentirsene:

Rifarei tutto allo stesso modo. Ho sentito delle emozioni forti dentro di me in questo percorso. La prima volta che mi sono seduta sul trono ero scettica, non pensavo di potermi innamorare una seconda volta e invece ho capito che si hanno altre occasioni. Sono contenta di essere andata fino in fondo ai miei sentimenti. on mi vergogno a dirlo, ma ho pensato che lui potesse essere il padre dei miei figli. Ho creduto in me e lui, in quello che eravamo. Sembravamo così belli insieme, soprattutto nelle differenze, ma come mi suggeriscono i miei genitori, devo togliermi il vizio di metterci il cuore.

La Langella ha speso anche qualche parola su Antonio Moricone:

Merita una persona migliore di quella che sono io. E’ leale, vero, genuino. La persona più pura che abbia mai incontrato. E’ un ragazzo raro. Con lui, però, non mi sentivo donna.

L’ex tronista sta ora cercando di lasciarsi alle spalle quanto successo e di voltare pagina, conscia di avere vicina chi conta davvero nella sua vita:

Le prime notti mi svegliavo e credevo di aver fatto solo un brutto sogno. Aprivo gli occhi pensando di non aver fatto ancora la scelta. Adesso sto cercando di ripartire dalle piccole cose. Ho il supporto di tutta la mia famiglia: un esercito a mia disposizione. Al momento preferisco stare in casa. Non voglio sentire i commenti delle persone o sentirmi dire che avrei dovuto aprire gli occhi. Una cosa è certa: non diventerò mai una ragazza insicura per quello che è accaduto. Devo continuare a fidarmi delle mie sensazioni e non voglio avere come pensiero fisso quello di aver voluto bene a una persona probabilmente irreale. Sicuramente, a oggi, credo di dovermi affidare di più al sesto senso femminile.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto