Uomini e Donne, Riccardo Guarnieri: “Per amore di Ida sono stato messo in cassa integrazione”

Uomini e Donne, Riccardo Guarnieri: “Per amore di Ida sono stato messo in cassa integrazione”

Conclusa la stagione del trono over di Uomini e Donne,Riccardo Guarnieri si sfoga su Ida Platano: “Ho familiari e affetti che ho tenuto a distanza per lei”.


La stagione televisiva del trono over di Uomini e Donne si è ufficialmente conclusa e Riccardo Guarnieri ha ancora l’amaro in bocca per via del mancato lieto fine con Ida Platano. A distanza di mesi dalla rottura, infatti, il cavaliere è tornato sui suoi passi, ma la dama non riesce a fidarsi di lui.

Uomini e Donne, lo sfogo di Riccardo: “Ida ha bloccato il mio numero”

Intervistato dal magazine ufficiale del dating show di Maria De Filippi, Riccardo fa un bilancio del suo percorso nel programma:

E’ stata un’edizione molto intensa, non mi sono fatto mancare nulla! Il bilancio tutto sommato è positivo: ho conosciuto tante nuove persone – prima di tornare in trasmissione avevo frequentato solo Isa, fino a quando la nostra storia si è conclusa – qualcuna è riuscita a lasciarmi qualcosa in più, qualcun’altra meno. Alla fine però, come avete visto, ho fatto un passo indietro. […] Rifarei tutto così come l’ho fatto. Questo perché quello che succede a Uomini e Donne fondamentalmente è lo specchio di quello che succede nella vita: si ha l’opportunità di conoscere persone e queste conoscenze, possono andare bene come possono andare male. Uomini e Donne riflette la realtà. La trasmissione è vera e incentrata su dinamiche di coppie normali riportate davanti alle telecamere.

Poi, il Guarnieri parla della possibilità, sfumata, di poter riprendere la sua storia d’amore con la Platano:

Con Ida speravo in qualcosa di diverso. Per la frase che ha tanto infastidito Ida . La mia è stata un’affermazione rispettosa nei confronti delle persone con cui sono uscito e, invece, proprio per quelle parole, sono strato trattato come dovrebbe essere trattato un uomo che – a differenza mia – non rispetta le donne. La reazione di Ida è stata esagerata: io non ho fatto e non aveva alcuna intenzione di fare paragoni tra lei e le altre. Ho semplicemente tirato le somme su quello che ho vissuto in trasmissione. Ida si è fossilizzata su quella specifica riga della mia intervista, cosa che secondo me è stata un pretesto.

Poi continua, spiegando meglio le sue intenzioni:

Mi sono comportato in maniera coerente con quello che avevo detto in studio ovvero che avevo intenzione di fare le cose con calma. Stavolta Ida non avrebbe dovuto pretendere, come aveva fatto lo scorso anno, tutto e subito senza rispettare i miei tempi. Questa volta io avevo davvero bisogno di fare le cose con calma, con molta calma. Io e Ida ormai ci conosciamo e sappiamo come siamo fatti caratterialmente, prima di fare qualsiasi passo in avanti, avevo bisogno di capire se le nostre menti si sarebbero incastrate, perché in passato abbiamo avuto seri problemi, ci scontravamo solamente. Volevo tenere fuori, almeno all’inizio, le persone che hanno minato la nostra relazione e quelle che avrebbero potuto soffrire qualora tra me e Ida ci fosse stato di nuovo un distacco. Persone come un suo collaboratore, che durante la nostra storia ci ha creato seri problemi, e suo figlio, che non è un giocattolo e che – benché sia una parte fondamentale della vita di Ida – volevo coinvolgere nel nostro rapporto solo nei momenti in cui fossimo certi di esserci capiti e dopo aver trovato un solido punto d’incontro. Non sono andato Brescia perché stavolta volevo fare di testa mia e siccome i problemi abbiamo incominciato ad averli già sentendoci al telefono, andare lì non avrebbe fatto molto differenza, inoltre questo tutto e subito che Ida pretendeva a me non andava bene: anche io ho i miei impegni e miei problemi.

Il cavaliere pugliese fa delle sorprendenti rivelazioni :

Quando stavo con Ida per stare a Brescia con lei, mi mettevo in cassa integrazione durante quelle poche settimane che venivo chiamato a lavorare Quando stavo con lei, proprio a causa delle mie assenze, sono stato messo in casa integrazione per cinque anni. Ida veniva al primo posto nella mia vita…. […] Ida non ha mai dato valore al fatto che io abbia messo da parte il mio lavoro per lei e non solo quello!Ho familiari e affetti che ho tenuto a distanza per lei. Lo rifarei, questo è certo, ma per rifarlo ci deve essere serenità tra noi. […] Ida, questa volta, non mi ha dato una possibilità, mi messo alla prova e basta. Gli errori che abbiamo fatto in passato non sono serviti a nulla, anzi, le hanno fatto accumulare rabbia: da parte sua nei miei confronti ho percepito solo questo. […] Ho provato a ricercare Ida: Sarei anche voluto andare a trovarla a Brescia, ma nei prossimi giorni ho degli impegni importanti a cui non posso venire meno. Ida, cosa per me assurda, ha bloccato il mio numero..





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto