“Uomini e donne” maturi ma non banali

“Uomini e donne” maturi ma non banali

“C’e un tempo perfetto, niente paura qualcosa di buono che verrà” canta in una memorabile ballata Ivano Fossati. Quel tempo…


“C’e un tempo perfetto, niente paura qualcosa di buono che verrà” canta in una memorabile ballata Ivano Fossati. Quel tempo è arrivato questa settimana nel pomeriggio di Canale 5 per un’ondata  di over settantenni. Brizzolati, calvi, ossequiosi, adulatori, sornioni. Gli uomini. Voluttuose, piumate, cotonate, vestite con l’abito buono, eccessive. Le donne. Questo il cast di due puntate speciali di “Uomini e Donne“, format  consolidatissimo della regina degli ascolti Maria De Filippi .

Da  qualche tempo maturava nella conduttrice e autrice il desiderio di far  sedere al fianco e al cospetto della platinata Tina Cipollari un  gruppo di corteggiatori e corteggiatrici di una certa età. Scoperta la potenza del gradimento popolare degli anziani in cerca dell’amor perduto con “C’è posta per te“, ecco approdare nello studio di Cinecittà che  ha dato fama e copertine a Costantino Vitagliano e Daniele Interrante la  partenopea Miresa “se uno me piace gli faccio vedere i sorci verdi”, Francesca “sempre bella, sempre fresca”, il playboy  Carlo Alberto “una donna deve prendere un uomo per la gola e poi per il sesso”, il novantasettenne Franceschino alla ricerca di una  donna con “pensione statale”.

Si dice sempre che l’Italia non ha a cuore gli anziani. Ecco che Maria pensa anche a loro. E così, visto quanto si è divertita, soprattutto guardando gli ascolti (24,02% di share la prima puntata e 25,55% di share la seconda, ben quattro punti percentuali in più rispetto alla media delle settimane precedenti) pare proprio che questi aitanti anzianotti  calcheranno le scene di Cinecittà nuovamente. Un  po’ macchiette, un po’ caricature, noncuranti di usare anche espressioni decisamente colorite ma entusiasti di giocare e perché no di strizzare l’occhio alla telecamera e al potenziale nuovo amore, questi anziani hanno reso il pomeriggio meno gravoso di quanto non lo sia quotidianamente con i giovani corteggiatori/trici, tronisti/e rissosi, urlanti e spesso volgari. E soprattutto la vera vittoria: il pubblico di casalinghe disperate che popola lo studio non ha potuto proferire parola. Lunga vita agli Over Settanta a Uomini e Donne.





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto