Uomini e Donne gay: Maria De Filippi boccia categoricamente

Uomini e Donne gay: Maria De Filippi boccia categoricamente

Uomini e Donne Gay. C’è posta per te Gay. Entrambe le proposte a cui Maria ha detto no!


Novità sui palinsesti di Canale 5, o meglio: c’era la possibilità di vedere qualcosa di completamente nuovo in due dei programmi più amati della televisione italiana, quelli condotti da Maria De Filippi. Stiamo parlando di Uomini e Donne e C’è posta per te. Ma andiamo per ordine.

Qualche tempo fa si era parlato di alcune sostanziali nuove entrate in Uomini e Donne e anche dalla Spagna sono arrivate spinte importanti. Si tratta della possibilità di poter assistere ad un trono gay: diciamo la verità, sono anni che se ne parla, ma la produzione ha sempre bocciato. Nell’edizione spagnola è stato ospitato Valerio Pino – ex ballerino ed acerrimo nemico di Maria De Filippi – che ha lanciato la sua provocazione, immediatamente raccolta dall’emittente spagnola: un trono gay per uno dei programmi più seguiti.

E allora c’è chi ha fatto una domanda a sua Signora della televisione italiana:

“Ciao Maria, sono un tuo grande estimatore e fan… Volevo farti una domanda: perché nelle tue trasmissione il tema ‘omosessualità‘ è un tabù e non se ne parla proprio? Mai storie gay a C’è Posta oppure mai tronisti gay, per affrontare un tema così delicato come l’omosessualità… Perché? Un giorno concretizzerai questi temi? Grazie”

Niente di fatto però, a quanto pare Maria De Filippi ha le idee molto chiare in merito: i troni ci saranno, ma saranno sempre gli stessi, nessuna novità e nessuna apertura al mondo LGBT. La sua decisione è stata così motivata:

“Forse Uomini e Donne avrebbe un problema pratico: i corteggiatori avrebbero possibilità di vedersi di incontrarsi anche due volte a settimana e se nascessero storie d’amore, verrebbe meno l’assunto del programma”.

Ok, per Uomini e Donne è una questione pratica, ma siamo sicuri che per C’è posta per te non ci sia stata alcuna richiesta di aiuto a Maria da parte di una persona omosessuale?

“Per C’è Posta, spesso ci ho pensato, sono arrivate delle richieste, ho però una remora: il compagno o la compagna invitato al buio (come il presupposto vuole), laddove non fosse dichiarato, sarebbe contento/a di vedere rivelato il suo orientamento sessuale?”

E c’è chi, all’udire queste parole ha risposto a Maria De Filippi con domande pertinenti, con domande che probabilmente non sono poi così fuori dall’ordinario:

“Maria, fin quando non se ne parlerà mai, resterà sempre un tema ‘chiuso’… Penso solo tu, con i tuoi modi intelligenti e pacati, riusciresti a parlarne bene… Perché non tentare, Maria?”.

E voi cosa ne pensate? (b.p.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto