Un Medico in Famiglia 8 – Nonno Libero visto da Lino Banfi

Un Medico in Famiglia 8 – Nonno Libero visto da Lino Banfi

Lino Banfi parla della nuova serie e del personaggio tanto amato dai telespettatori


Oronzo Canà e le commedie sexy degli anni ’70 lo hanno quasi mitizzato, ma Lino Banfi ha saputo andare oltre e conquistare, con il suo Nonno Libero, nuove fette di pubblico e generazioni. Presente nel cast di Un medico in famiglia dal 1998, ad eccezione della settima edizione, ha trovato una sorta di seconda giovinezza professionale dedicandosi al piccolo schermo.

Di ritorno nell’ottava serie, l’attore pugliese dice: “Noi italiani la sera in TV non abbiamo bisogno di Dallas, ma di una famiglia nazional-popolaresca. E così torna Nonno Libero, anche se un po’ ingrassato, dall’America dove i fratelli gestiscono dei ristoranti. Il suo PIL (Prodotto Interno Lardo) è aumentato.”

Banfi, considerato agli inizi della carriera poco più di un caratterista, è molto legato al suo personaggio: “Io sono affezionato a Nonno Libero, che ha lavorato come una macchina da cucire elettronica per legare insieme i pezzi della mia carriera ed arrivare al pubblico dall’alfa all’omega, dai piccoli agli anziani. Ho abbracciato tre generazioni e spero di continuare a farlo con la quarta.”

La nuova serie vuole porre l’accento su alcune problematiche attuali come la crisi economica che attanaglia il paese e, con la leggerezza che contraddistingue la fiction, dare un po’ di speranza e dispensare sorrisi. Con il ritorno di Lino Banfi le risate sono assicurate.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto