Un anno in tv: promossi e bocciati

Un anno in tv: promossi e bocciati

IL FESTIVAL DI SANREMO DI GIANNI MORANDI    IN   Edizione ricca, vivace, ben scritta quella messa in scena da Gianni…


IL FESTIVAL DI SANREMO DI GIANNI MORANDI    IN

 
Edizione ricca, vivace, ben scritta quella messa in scena da Gianni Morandi, Luca Bizzarri e Paolo Kessisouglu, con Belen Rodriguez e Elisabetta Canalis. Dal punto di vista televisivo lo show è stato esteticamente bello e raffinato; la satira di Luca & Paolo ha segnato la parte in assoluto migliore della kermesse. Dal punto di vista musicale grande vittoria – meritata- di Roberto Vecchioni (uno, che come ama sempre dire a Morandi “Se non ci fossi stato tu io non ci sarei mai venuto”, ndr) con un altrettanto strameritato secondo posto di Emma con i Modà.

 
STAR ACADEMY    OUT

 
Talent condotto da Francesco Fachinetti su Raidue chiuso dopo poche puntate: è andato in onda in autunno di giovedì sera – serata in cui andava in onda Annozero di Michele Santoro con ottimi ascolti (e/ma sempre discussi, tanto da averlo allontanato dall’Azienda, ndr).  Il programma era strutturalmente sbagliato: anche la scelta di fare un altro talent musicale sulla rete che fino a pochi mesi prima aveva trasmesso e investito in X Factor, per di più con lo stesso conduttore, è stato un clamoroso errore. Inoltre il programma in sé in relatà non è mai decollato.

 
I GRANDI “CLASSICI”: C’E’ POSTA PER TE E STRISCIA LA NOTIZIA   IN

 
Nella tv di oggi, con ascolti sempre più bassi, mantenersi sopra il 20% di share è un’impresa difficilissima: ci riescono due programmi soli a Canale5, C’è Posta per te e Striscia la notizia. Ci riescono perché si mantengono fedeli a loro stessi, ma ugualmente contemporanei.

 
L’ABUSO DI CRONACA NERA    OUT

 
L’abbiamo detto più volte, ma vale la pena di ribadirlo: l’indugiare sui fatti di cronaca nera, con montaggi e musiche ansiogene di sottofondo, interviste a “tappeto” è pruriginoso.

 
G-DAY    IN

 
Striscia quotidiana di Geppi Cucciari su La7: scrittura dinamica, sagace, fresca, “cattiva”. Ogni giorno c’è un’invenzione. Geppi quando va a braccio poi– poco purtroppo- è fantastica. Il formato dei 30 minuti è ideale, gli ospiti sempre funzionali al programma. Speriamo non lo portino ad una durata maggiore – come si vocifera- perché si snaturerebbe e perderebbe l’efficacia.

 
GRANDE FRATELLO 12   OUT

 
Un casting sbagliato, un periodo nero per canale5, il Grande Fratello chiude il 2011 in grande difficoltà. Che il 2012 sarà la caporetto per il capo di tutti i reality?

 
#IL PIU’ GRANDE SPETTACOLO DOPO IL WEEK-END    IN

 
E’ Fiorello. E’ il grande varietà in prima serata: uno spettacolo bello ed elegante che ha catturato la metà del pubblico televisivo. Nulla di innovativo, è vero, ma la bellezza, il talento (e Fiorello ne ha da vendere) è merce rara di questi tempi.

 
TUTTI PAZZI PER AMORE     IN

 
Serie che catapulta Raiuno nel 2012: in prima serata si parla di famiglia allargata, di omosessualità femminile, di relazioni tra partner con una grande differenza di età. Lo si fa con la chiave dell’ironia e della semplicità. Speriamo non resti un unicum e che possa esserci una quarta serie. Il cast è azzeccatissimo e la sceneggiatura adeguata, credibile e mai volgare.

 
SERVIZIO PUBBLICO    IN

 
E’ la prima volta in cui un programma importante va in onda fuori dal circuito della tv generalista: Michele Santoro e la sua squadra fanno un grande programma da televisione generalista andando in onda sul satellite e su un pool di reti locali. Il talk show è meno forte – sicuramente meno animoso – di quello di Annozero, ma le inchieste e i servizi sono i migliori della tv. (Erika Brenna)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto