Twin Peaks, posticipato il sequel della serie di David Lynch

Twin Peaks, posticipato il sequel della serie di David Lynch

Bisogna attendere ancora un bel po’ prima di far ritorno a Twin Peaks. Il revival della nota serie tv degli anni ’90 è stato posticipato di un anno. I motivi? Eccoli nel nostro approfondimento.


Non c’è pace per il ritorno in tv di Twin Peaks. La serie cult che negli anni ’90 ha cambiato lo storytelling televisivo, sarebbe dovuta tornare in tv nel 2016 sul network americano della Showtime, eppure questa mattina tutti i web-magazine americani riportano la notizia che Twin Peak è stato posticipato nel 2017. A quanto pare è tutto vero e non si tratta di una bufala, anche se i motivi non si reggono su solide basi.

Il portavoce della CBS Corp. (casa di produzione della serie tv), durante la conferenza stampa, rivela che è stato molto difficile raggiungere questa decisione ma attualmente, e si cita testualmente: “sono ancora molte le cose da portare a termine”. Prima di tutto sembra quasi che la macchina produttiva è partita in ritardo perché ancora non ha il benestare da tutti gli attori chiamati ad interpretare i rispettivo ruoli della serie tv degli anni ’90, poi a questo si aggiungerebbe l’ordine ulteriore di episodi (dai 9 di cui si parlava lo scorso anno se se sono aggiunti altri 10), senza dimenticare che anche i continui tira e molla da parte di David Lynch pare abbiamo influito sulla scrittura della serie tv. Il revival di Twin Peaks quindi si fa attendere ma, alla luce dei fatti, forse è meglio così; in questo modo la realizzazione della serie può continuare più spedita e si potrà scrivere con tutta calma un degno finale per un’opera avveniristica.

La terza stagione di Twin Peaks arriva a più di 25 anni di distanza dall’ultimo episodio trasmesso sulla ABC. Lo show che debuttò nel marzo del 1990, in contemporanea anche con l’Italia, è diventata la serie di maggior successo della storia, inscenando un vero cambiamento che ancora oggi si ode nelle moderne serie tv. Purtroppo però nel maggio del 1991, a causa di un forte calo di acolti, Twin Peaks è stato cancellato senza che il regista potesse finalmente scrivere la parola fine. Il cliffhanger infatti è inequivocabile, un colpo di scena che alimenta tante supposizioni le quali ancora oggi sono argomento di discussioni.

Anche se ormai da tutti Twin Peaks è ritenuto un cult senza precedenti, c’è da dire che la cancellazione repentina dopo 2 stagioni, è stata come una tragedia annunciata. Il network che voleva avere il controllo creativo della storia ed un plot farraginoso che a stento riusciva ad essere comprensibile, ha influito sul parziale insuccesso dello show. Ma alla luce poi del cambiamento e di tutte le serie che si sono ispirate a Twin Peaks, anche i detrattori successivamente hanno compreso l’appeal dello show.

Questo sequel in progetto da due anni sulla ShowTime, è quindi un atto dovuto, un capitolo necessario per una serie assolutamente perfetta nella sua interezza, e rimandarlo al 2017 non è poi una scelta del tutto sbagliata. In attesa di scoprire qualche dettaglio sulla trama in se, il destino dell’agente Dale Cooper ancora per un anno rimane in bilico fra realtà e mito.

 

E chi se lo aspettava? Ecco il VIDEO della proposta di matrimonio #Arrow #Arrow4

Posted by Serie Tv Imperdibili on Lunedì 2 novembre 2015

 

Di Carlo Lanna





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto