Tv locali. E’ caos

Tv locali. E’ caos

Una delle ricchezze di un Paese veramente democratico è la libera informazione. Quando, per vari motivi, questa vine meno, vengono…


Una delle ricchezze di un Paese veramente democratico è la libera informazione. Quando, per vari motivi, questa vine meno, vengono a mancare i presupposti della democrazia. E in Italia una parte essenziale dell’informazione è costituita dalle tv locali. La stragrande maggioranza delle emittenti sta affrontando una crisi difficile da superare. Per questo la recente puntualizzazione del presidente della FnsiFederazione nazionale della stampa – è davvero allarmante. Franco Siddi, a margine di un convegno della stampa sportiva a Bari ha dichiarato che “per le tv locali siamo ad una catastrofe imminente. Ritardi di finanziamenti e caos del sistema digitale“. Per questo molti imprenditori ed editori stanno chiudendo o hanno drasticamente ridotto l’informazione quando non l’hanno cancellata del tutto licenziando anche i giornalisti.

Siddi ha aggiunto che “il passaggio al digitale, senza regole, privilegia i soliti noti“. Così “molti operatori volenterosi, alcuni che stavano trasformandosi in imprenditori qualificati del settore, stanno crollando – ha aggiunto – altre aziende chiudono e altre, invece, pretendono di continuare a trasmettere senza fare alcuna attività di informazione, che è il presupposto per il quale i contributi vengono concessi: questi operatori vanno cancellati dal sistema del sostegno pubblico, gli altri vanno sostenuti“.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto