Titanic – Nascita di una leggenda: ed è subito flop [VIDEO]

Titanic – Nascita di una leggenda: ed è subito flop [VIDEO]

Perché le fiction low cost funzionano meglio dei colossal?


Il pubblico delle fiction generalmente è fedele. La tv generalista del resto ha poco altro da offrire a parte i vari reality e talent. Si investe sulla fiction e si investono soprattutto capitali ed energie a volte.

E poi ci sono quelle fiction a basso costo, quelle che inspiegabilmente hanno più seguito. Quelle che vincono le gare di auditel e share. Quelle fiction i cui attori hanno capacità discutibilissime. Quelle fiction che nessuno guarda, ma di cui tutti in un modo o in un altro parlano.

E altrettanto inspiegabilmente nella gara tra fiction Titanic – Nascita di una leggenda su Rai 1(la fiction per cui si spende e su cui si investe) contro Le tre rose di Eva su Canale 5 (scarsissima qualità e cast povero), ha avuto la meglio quella di Mediaset.

Il motivo: nonostante la cura nei dettagli della ricostruzione delle vicende del transatlantico più famoso del mondo, le 6 puntate e la trama forse troppo lenta non hanno favorito il decollo. Dai 4 milioni del debutto, si è scesi a poco più di 3 milioni del secondo appuntamento, con una media di appena il 14% di share. Le tre rose di Eva invece totalizza 5 milioni di telespettatori e il 18% di share.

C’è poco altro da aggiungere, le riflessioni in merito sono ben poche:

– La fiction italiana è in crisi;

– Investire per progetti a livello internazionale non sempre è una scelta azzeccata;

– Il telespettatore medio è più interessato al gossip che alle ricostruzioni storiche;

Almeno Alessandra Mastronardi – la protagonista di Titanic Nascita di una leggenda – qualcosa di buono ci ha guadagnato: un nuovo amore di nome Liam;

– Peccato. Un vero peccato.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto