The Walking Dead, scopri le 20 differenze tra serie televisiva e fumetto

The Walking Dead, scopri le 20 differenze tra serie televisiva e fumetto

The Walking Dead è ispirata a una serie a fumetti di successo, scopriamo le venti differenze tra le due versioni


The Walking Dead la serie più in voga del momento, che fa ascolti stellari in tutto il mondo, seguita da grandi e piccini in realtà è tratta da un fumetto omonimo.

Il fumetto in bianco e nero nato nel 2003 dalla penna di Robert Kirkman e dalla fantasia di Tony Moore, poi sostituito da Charlie Adlard è tuttora pubblicato in America.

Tra il fumetto e la serie, tuttavia, ci sono molte differenze, proviamo a trovarne 20.

1

Carol nella serie si è trasformata in una Rambo in gonnella, nella premiere della quinta serie da sola riesce a far fuggire Rick e i compagni da Terminus. Carol ha subito una grande trasformazione, sia dalla prima stagione dove era una donna timida e abusata dal marito sia dal fumetto dove è un personaggio un po’ folle che ha varie relazioni, ad esempio con Tyreese e arriva addirittura a proporre una cosa a tre con Rick e Lori.

The Walking Dead, scopri le 20 differenze tra serie televisiva e fumetto2
Nella serie il governatore ha una faccia angelica ed è un tipo freddo e calcolatore mentre nel fumetto è un ispano americano con i baffi e lunghi capelli scuri. Anche la personalità cambia, nel fumetto è molto più caliente, rabbioso e istintivo con scatti d’ira frequenti.

3

Tyreese nella serie è abbastanza fumantino ma nel fumetto questa caratteristica è portata all’estremo. In prigione sua figlia Julie e il suo ragazzo Chris fanno un patto suicida ma Julie non spara ed è ammazzata dal suo ragazzo che sopravvive. Tyreese pazzo di dolore soffoca Chris e poi smembra il suo corpo una volta che si trasforma. Nel fumetto è molto più imprevedibile.

4

Michonne nella serie è fredda, distaccata e non disponibile ad avere relazioni con nessuno mentre nel fumetto è un po’ più disponibile.

5

Tomas è un personaggio basato sul Dexter del fumetto. Il leader del gruppo dei prigionieri che rimangono all’interno della prigione. Il suo comportamento è fonte di preoccupazione per Rick che finisce per accoltellarlo dopo che Tomas tenta di ucciderlo facendo entrare altri walkers dopo che, liberando una sezione della prigione dagli zombie, erano riusciti a salvarsi. Questo episodio segnerà Rick, il quale farà fatica a fidarsi degli altri d’ora in poi.

6

Lori nello show muore dando la vita a Judith ma nel fumetto sarà uccisa durante il raid del governatore nella prigione e cedendo morta ucciderà Judith.

7

Andrea è un personaggio controverso nello show, decide di lasciare il gruppo per iniziare una relazione con il governatore e la sua morte è uno dei punti più clamorosi della serie fino a quel momento ma nel fumetto tutto questo non succede, anzi, Andrea è uno dei cardini della difesa della prigione con le sue doti di cecchino.

8

Merle Dixon non esiste nel fumetto. Kirkman ha scritto il personaggio per dare un contrappunto malvagio al gruppo di Rick nella prima parte della serie.

9

Shane è lo stesso personaggio nella serie e nel fumetto solo che nella serie rimane col gruppo più a lungo e il suo passaggio al lato oscuro è esplorato più a fondo.

10

Daryl, come suo fratello Merle, non esiste nel fumetto. E’ un personaggio creato per essere il prototipo dell’anti eroe. Scelta azzeccata dato che è diventato uno dei personaggi più amati della serie televisiva.

The Walking Dead, scopri le 20 differenze tra serie televisiva e fumetto11

Dale nello show muore molto prima che nel fumetto. Nella versione originale Dale ha una storia molto più sviluppata, verrà morso ben due volte e sarà amputato una.

12

Tutta la seconda stagione della serie si sviluppa alla fattoria di Hershel. Nel fumetto no. La decisione è stata presa per questioni finanziarie ma di sicuro ha rallentato lo show e ha fatto diventare la seconda stagione la meno apprezzata della serie.

13

Le qualità di Gleen emergono prima nella serie televisiva rispetto a quella a fumetti. Per esempio il ragazzo delle consegne nella fattoria di Hershel non fa nulla se non bruciare corpi di walkers e emerge solamente nel periodo della prigione.

14

Morgan nella serie televisiva è quasi completamente impazzito e la morte del figlio gli dà il colpo di grazia, o almeno così sembra. Nel fumetto invece è una perfetta guida per Rick, lo introduce nel mondo post apocalisse e gli dà molte dritte utili a sopravvivere in questo nuovo mondo.

15

Nello show il termine zombie non viene mai usato ma nel fumetto capita.

16

Alla fine della prima stagione i sopravvissuti arrivano al centro CDC di Atlanta e scoprono di essere tutti infetti, pure loro, da quel momento, diventano walking dead. Nel fumetto il CDC di Atlanta non c’è e bisognerà aspettare molto più tempo per scoprire questa sconvolgente verità.

17

Nella seconda stagione Otis spara accidentalmente a Carl il quale rischia di morire dissanguato per cui Shane e Otis si imbarcano in una pericolosissima missione in città per recuperare attrezzatura per permettere a Hershel di operare il bambino. Durante questa missione Shane sacrifica Otis per riuscire a scappare. Nel fumetto tutto questo episodio non esiste ed è stato creato per definire meglio il personaggio di Shane.

18

I familiari di Hershel, che lui nascondeva nel granaio, nella serie vengono scoperti e uccisi ma nel fumetto riescono a scappare e con macabra ironia uccido parte della rimanente famiglia del vecchio veterinario.

19

Sophia nel fumetto ha un’innocente storia d’amore con Carl fungendo da intramezzo romantico. Nella serie televisiva invece tutto questo ci è stato risparmiato.

20

Nel fumetto Rick ha un problema in più, quasi subito dopo il loro arrivo a Woodbury il Governatore taglia allo sceriffo la mano con cui spara.

TheWalkingDeadLogo
Clicca qui per sapere tutto su The Walking Dead




COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto