The Big Bang Theory – Nuova stagione a rischio, gli attori vogliono un aumento

The Big Bang Theory – Nuova stagione a rischio, gli attori vogliono un aumento

Le riprese della nuova stagione di Big Bang Theory, che dovrebbero iniziare a breve, sono in pericolo a causa delle richieste economiche del cast


Nerd ma mica scemi, quelli di The Big Bang Theory. La serie in onda su CBS e arrivata alla settima stagione con ascolti record, che non conoscono flessione, è a rischio di stop. In questi giorni sarebbero dovute iniziare le riprese della prossima stagione, l’ottava, ma il cast ha incrociato le braccia. Soprattutto tre membri, Jim Parsons, Kaley Cuoco e Johnny Galecki, ovvero Sheldon, Penny e Leonard. Dato il successo della serie vogliono essere ricompensati il giusto, ovvero con un bell’aumento.

Il contratto dei 3 è in scadenza al momento e per rifirmarlo hanno posto delle condizioni ben precise. Vogliono un aumento di circa 300.000 dollari ad episodio, più una percentuale sui profitti percepiti anche in questo caso aumentata. Totale per episodio: un milione di dollari. Quindi una serie composta da circa 24 episodi costerebbe ai produttori intorno ai 69 milioni di dollari.

Situazione diversa invece per Simon Helberg, il simpatico Howard Wolowitz, e Kunal Nayyar, l’indiano Raj Koothrappali, con contratto già rifirmato che consta in una somma attorno ai 200 mila a episodio. La CBS ha ordinato altre 3 stagioni ma la patata bollente è in mano ai produttori della Warner bros. Cedere e accettare le cifre faraoniche richieste o provare a tenere duro? E se poi anche Helberg and co. volessero rinegoziare? Situazione molto spinosa.

Big Bang Theory è candidata in diverse categorie agli Emmy che si terranno il 25 agosto a Los Angeles e il numero di fan aumenta di giorno in giorno. La stagione 8 dovrebbe ricominciare nell’ottobre prossimo.

Luca Fallati





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto