Texas, sparatoria al concorso delle vignette su Maometto: 2 morti

Texas, sparatoria al concorso delle vignette su Maometto: 2 morti

Le due vittime sono gli assalitori che hanno aperto il fuoco contro il Collweel Event Center, dove stava avendo luogo un concorso per premiare le migliori vignette su Maometto


Poco meno di quattro mesi fa aveva luogo a Parigi l’attentato alla redazione del giornale satirico Charlie Hebdo. La paura torna nuovamente a far capolino nell’ambito della satira, spostandosi stavolta in Texas dove 2 uomini, ieri sera, sono stati uccisi a Garland, nei pressi di Dallas, fuori da un centro cittadino nel quale stava avendo luogo un evento in cui era presente anche una mostra di vignette su Muhammad (il profeta Maometto) e al quale partecipava anche il politico ultraconservatore olandese Geert Wilders, famoso per le sue aperte posizioni anti-Islam. Le prime ricostruzioni hanno permesso di stabilire che due uomini a bordo di un’auto hanno raggiunto il Culwell Event Center, appena prima la conclusione dell’evento e dal parcheggio situato nei pressi del’edificio, hanno aperto il fuoco e ferito un addetto alla sicurezza disarmato.

Gli agenti di polizia hanno sparato finendo per uccidere i due uomini nell’auto, mentre una squadra di artificieri è stata poi chiamata sul posto per ispezionare l’auto nel timore che a bordo ci potessero essere degli esplosivi. Sembra possibile che l’attentato potesse avere un duplice obiettivo simbolico: il concorso in quanto tale ed il politico ultraconservatore. Tra l’altro, alcune ore prima dell’evento, su un account Twitter dedicato ad al Awlaki è apparso un messaggio con l’hashtag #texasattack: nel quale si parlava di un’azione insieme al “fratello” e di giuramento di fedeltà ad Al Baghdadi, il Califfo dell’Isis.

https://www.youtube.com/watch?v=b_HexPF7y5Q

Sebbene sia ancora da comprendere del tutto la dinamica dell’evento, è chiaro che alla minima opportunità i terroristi siano pronti a colpire. Che si tratti di individui singoli o cellule perfettamente organizzate e ispirate dall’Isis o altri che dir si voglia.

Su Twitter, prevedibilmente, l’hashtag #muhammad è diventato, ancora una volta tragicamente, trending topic.

LEGGI ANCHE:

Charlie Hebdo – 15 vignette di artisti in risposta al massacro di Parigi

Attentato a Charlie Hebdo, giornale francese che pubblicò le vignette su Maometto – 12 morti

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto