Suor Cristina a L’arena di Massimo Giletti, è il fenomeno del momento

Suor Cristina a L’arena di Massimo Giletti, è il fenomeno del momento

L’intervista alla Sister Act italiana, che grazie a The Voice ha convinto tutto il mondo con la sua voce


Da mercoledì 19 marzo la vita di Suor Cristina è letteralmente cambiata. Da quando è andata in onda la registrazione della seconda puntata delle Blind Audition si è scatenato un vero e proprio fenomeno mediatico senza pari. Tutti la cercano e tutti la vogliono, il video di Suor Cristina è addirittura diventato virale e la stampa italiana e internazionale non fa altro che parlare di lei. Ha presentato ai giudici No One ed è entrata dritta dritta nel team di J-Ax e farle i complimenti ecco arrivare anche Alicia Keys con un tweet a lei dedicato.

Insomma, Suor Cristina altro non è che un fenomeno, una moderna Sister Act tutta italiana che non ha fatto mistero di amare il canto e che, seguendo il Vangelo, ha scelto di mettere a disposizione il suo talento per gli altri: memorabile la sua frase “Ho un dono, ve lo dono”, che ha letteralmente commosso J-Ax e lasciato a bocca aperta Piero Pelù, Raffaella Carrà e Noemi.

Da mercoledì Suor Cristina, dopo 5 giorni dal caricamento del suo video dei provini a The Voice ha generato un turbinio mediatico degno di una star, arrivando a totalizzare 24.149.178 di visualizzazioni su YouTube, quello che non possiamo esitare a definire letteralmente un incredibile numero.

Intervistata da L’arena di Massino Giletti, Suor Cristina Scuccia – 25 anni, siciliana – ha raccontato la sua vita, la sua viscerale passione per il canto e ha anche spiegato la sua scelta di prediligere J-Ax rispetto agli altri coach: la sua scelta di partecipare a The Voice è stata dettata dalle parole di Papa Francesco che ha invitato tutti gli uomini e le donne di chiesa a uscire ed evangelizzare e quale miglior modo se non attraverso la televisione e attraverso un programma che piace al pubblico?

Suor Cristina ha visto in J-Ax un modo efficace per arrivare dritto dritto ai giovani e giovanissimi, visto che la testimonianza che vuole portare è rivolta soprattutto a loro. Che dire se non che gli autori di The Voice 2 stavolta ci hanno visto lungo, soprattutto perché il calo di ascolti potrebbe subire una variazione notevole da mercoledì prossimo: tutti ormai vogliono sapere cosa riserverà il destino alla nostra Sister Act e non resta che fare il tifo per lei nella Battle.

Per conoscere tutta la storia di Suor Cristina, CLICCATE QUI. (b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto