Suarez morde Chiellini e viene squalificato per 9 giornate e 4 mesi

Suarez morde Chiellini e viene squalificato per 9 giornate e 4 mesi

La FIFA ha adottato seri provvedimenti contro Luis Suarez, dopo il morso a Chiellini che ha fatto parlare tutto il mondo, ecco il verdetto


E’ dalla vittoria dell’Uruguay contro gli azzurri e dalla relativa uscita di scena della nostra nazionale che gli occhi di tutto il mondo sono puntati su Luis Suarez, il giovane attaccante 27enne: la sua condotta discutibile e poco consona in un campo di calcio non è passata inosservata e viste le proteste da parte di tutti, ecco che la FIFA mette in atto una punizione esemplare che certamente non riporterà l’Italia di Prandelli in gara, ma che dà non poche soddisfazioni ai tifosi.

La squalifica di Luis Suarez è un gesto forte da parte della FIFA che ha deciso di infliggere al giocatore uno stop di 9 giornate e quattro mesi, ma nonostante questo il giocatore potrebbe comunque fare ricorso per la decisione da parte della Commissione disciplinare. L’inchiesta contro il giocatore è stata aperta mercoledì 25 giugno, il giorno successivo alla partita ed entro le 17:00 il giocatore e i suoi legali avrebbero potuto presentare la documentazione per la difesa.

Dalla parte del giocatore il Presidente dell’Uruguay José Mujica che ha affermato di non aver visto alcun morso; Wilmar Valdez, il presidente della federazione calcistica dell’Uruguay, ha ritenuto che le prove contro il giocatore della propria squadra fossero infondate e poco convincenti.

Niente di tutto questo è bastato per salvare il giocatore dalla dura scelta della FIFA: all’interno di questi mondiali infatti, la presenza di Suarez è determinante per la squadra e arriva in un momento delicatissimo della gara, quando la corsa al mondiale si fa sempre più difficile.

Insomma, per 9 giornate e 4 mesi non vedremo più Suarez su un campo di calcio e chissà se accederà questa decisione a testa bassa oppure se si scaglierà nuovamente contro qualcuno. Soltanto il tempo potrà fornirci la soluzione a questo dilemma. Nel frattempo per conoscere tutti i segreti dei Mondiali 2014, CLICCATE QUI. (b.p.)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto