Squadra Antimafia 5: parla Alessandro Rugnone, il cattivo della fiction

Squadra Antimafia 5: parla Alessandro Rugnone, il cattivo della fiction

Ecco uno dei nuovi personaggi


Squadra Antimafia 5, una delle serie tv poliziesche più amate dagli italiani, è tornata sui teleschermi questo autunno, e va in onda tutti i lunedì sera alle ore 21.10, su Canale 5.
Tra le novità di questa quinta stagione i fan della fiction troveranno Alessandro Rugnone, già conosciuto per aver partecipato ad alcuni episodi de “Il Commissario Montalbano” e del “Distretto di polizia”.

alessandro rugnone squadra antimafia 5 articoli
Leggi qui

Questa volta l’attore 29enne veste i panni del cattivo Ruggero Spina, capo della banda di Stiddari che ha rapito il figlio di Rosy Abate (Giulia Michelini).
In un’intervista rilasciata al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, Antonio racconta qualcosa del suo personaggio.
“Mi sono preparato con le unghie e con i denti” – spiega l’attore, “Ma la persona che mi ha ispirato è mio nonno, molto autorevole e determinato, una persona solida e rocciosa”.

Anticipazioni sul suo personaggio non vuole svelarne: “Ho tutti contro. Ma non posso anticipare niente”.
Si è però riuscito a capire che anche lui avrà un ruolo, seppure minore, nell’evento sconvolgente che è stato annunciato dal suo collega Marco Bocci – nella fiction, il vicequestore Domenico Calcaterra.
Alessandro Rugnone ha dichiarato che il fatto lo ha scosso profondamente sul piano personale: “Ho fatto molta fatica a trovare delle spiegazioni a quanto vedrete nelle prossime puntate”.

Nella fiction, il bell’attore recita al fianco di Valentina Carnelutti, anche lei una new entry nel cast di “Squadra Antimafia 5”.
L’attrice interpreta Veronica Colombo, che nell’ultimo episodio si è rivelata essere proprio l’amante di Ruggero.
Alessandro ha raccontato, sulle pagine di TvBlog, la sua avventura di fianco ad un’attrice di grande esperienza come la Carnelutti: “Un’esperienza professionale che auguro ad ogni mio collega. Un carisma, una precisione e una forza unita a una semplicità che le ammiro profondamente. C’è molto da imparare da lei”. (g.s.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto