Sotto Copertura, ecco la sigla di Lucariello “Miettice’a faccia”: testo e video ufficiale

Sotto Copertura, ecco la sigla di Lucariello “Miettice’a faccia”: testo e video ufficiale

Ecco la colonna sonora della miniserie Sotto Copertura, in onda questa sera e domani su Rai1


Stasera debutta su Rai1 la prima delle due puntate che compongono la mini fiction Sotto Copertura, nuovo prodotto dell’emittente pubblica che promette di tenere incollati allo schermo milioni di telespettatori.
Con un cast di tutto rispetto – Claudio Gioè e Guido Caprino tra tutti – e una storia realmente accaduta, che solo pochi anni fa si è conclusa con la cattura di un pericoloso boss mafioso, la miniserie ha tutte le carte in regola per essere un vero e proprio successo.

Tra poche ore avremo modo di conoscere il Commissario Michele Romano, impegnato in una lotta senza confini contro la mafia, ed in particolar modo nella strenua ricerca di Antonio Iovine, boss del Clan dei Casalesi.
Una storia di coraggio e di paura, una storia che purtroppo ci tocca ancora troppo da vicino: a far da sottofondo ad una vicenda così dura, serviva una colonna sonora degna di questo nome.
Il compito è toccato a Lucariello, nome d’arte di Luca Caiazzo, rapper napoletano che ha nel suo curriculum notevoli collaborazioni con numerosi artisti rap nazionali – tra cui anche Fabri Fibra.

Lucariello ha firmato il brano “Miettice’a faccia”, come sigla di Sotto Copertura: una canzone ricca di emozioni, dalle sonorità dure come il testo stesso.
Siamo sicuri che le parole del brano rimarranno impresse a fuoco nel cuore degli spettatori, ecco il video ufficiale e il testo della canzone di Lucariello.

VIDEO UFFICIALE “MIETTICE’A FACCIA”

TESTO “MIETTICE’A FACCIA”
È ‘a storia mia, ‘a storia toja,
‘a storia e chi ce crede ancora.

Nunn’è ‘na storie d’eroi, è ‘na storia d’errori,
‘na storia d’orrori, na storia e dulor, ‘na storia d’ammor

E clan stann dint ‘e stanze de’ buttun
cu ‘e politici accattun, pe’ dduje sord te n’accatt’ uno
‘a speranza è ‘na criatura ca si nun tien cura
se fa chiammà paura, e lla te a mettere appaura

Stu stival è tutt ‘e ‘ual, si staje ‘e cas a Casale o a Milano
Stu stival è tutt ‘e ‘ual, si staje cas a Casale o a Milano

Si vuò ‘na prova e curaggio miettice ‘a faccia
Quanne ‘a paura t’abbracce miettice ‘a faccia
Dint a ‘nu stato e minaccia miettice ‘a faccia
Miett ca ovèr cia facc,
miettice ‘a faccia

Si vuò ‘na prova e curaggio miettice ‘a faccia
Quanne ‘a paura t’abbracce miettice ‘a faccia
Dint a ‘nu stato e minaccia miettice ‘a faccia
Quanne ‘a speranza s’arragg’
Miettice ‘a faccia

Nunn’è ‘na storie d’eroi, è ‘na storia d’errori,
‘na storia d’orrori, na storia e dulor, ‘na storia d’ammor

E clan stann dint ‘e stanze de’ buttun
cu ‘e politici accattun, cu’ dduje sord te n’accatt’ uno
‘a speranza è ‘na criatura ca si nun tien cura
se fa chiammà paura, e lla te a mettere appaura

Stu stival è tutt ‘e ‘ual, si staje ‘e cas a Casale o a Milano
Stu stival è tutt ‘e ‘ual, si staje cas a Casale o a Milano

Si vuò ‘na prova e curaggio miettice ‘a faccia
Quanne ‘a paura t’abbracce miettice ‘a faccia
Dint a ‘nu stato e minaccia miettice ‘a faccia
Quanne ‘o dulore te stracce, miettice ‘a faccia

Si vuò ‘na prova e curaggio miettice ‘a faccia
Si m’e ditt che c’ha faccio miettice ‘a faccia
Dint a nu stadio e minaccia miettice ‘a faccia
m’e ditt che ‘o vero c’ha faccio, miettice ‘a faccia

Si vuò ‘na prova e curaggio miettice ‘a faccia
Quanne ‘a paura t’abbracce miettice ‘a faccia
Dint a ‘nu stato e minaccia miettice ‘a faccia
Quanne ‘a speranza s’arragg’
Miettice ‘a faccia

Giulia Sbaffi





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto