Simona Ventura dichiara: “Mai scesa a compromessi, se non hai la stoffa puoi girare tutti i letti che vuoi”

Simona Ventura dichiara: “Mai scesa a compromessi, se non hai la stoffa puoi girare tutti i letti che vuoi”

Freelance per fare quello che le piace, ambisce di accedere alla direzione di una rete


Reduce dalla recente esperienza alla conduzione di Miss Italia 2014 su La7, Simona Ventura racconta alle pagine de Il Fatto Quotidiano il suo lungo passato da professionista della tv, arrivato ora non al capolinea ma ad un punto di svolta, slegata com’è da contratti con le reti che stimolano la sua voglia ancora intatta di fare televisione.

Ciò che le manca è però il giornalismo, professione da cui è partita ma che lentamente ha abbandonato in favore dello spettacolo che le ha fatto poi ottenere grosse soddisfazioni, tutte raggiunte senza mai scendere a compromessi:  “A me non chiedevano di andare a letto, ne avevano altre che si buttavano tra le loro braccia. E alla fine se non hai la stoffa puoi girare tutti i letti che vuoi”.

E Simona Ventura di stoffa ha dimostrato di averne tanta, molto deve al suo caratterino non proprio dolce che le ha sì permesso di prendersi quel che voleva, ma che di contro le ha fatto guadagnare la fama di essere “vipera”: “La vita è così, possono adorarti o detestarti. Mi ritengo una buona persona e chi ha lavorato con me lo sa bene. Chi vince è la squadra. Ho fatto l’attaccante, ma senza gli assist non avrei fatto niente”.

Ma non c’è solo passato nella vita di Simona Ventura, che nella nuova veste di artista freelance vuole trovare la strada per fare soltanto programmi che le piacciono, senza rinunciare a quel tocco di ambizione che fa sempre bene. Ad esempio, non vedrebbe male l’idea di vedersi un giorno come direttrice di rete: “Non so se lo saprei fare, forse alcune nozioni gestionali mi mancano. Ma ho sempre imparato”. 

Valeria Martalò





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto