Shonda Rhimes accusata: troppe scene gay in Scandal e How to get away with murder

Shonda Rhimes accusata: troppe scene gay in Scandal e How to get away with murder

L’autrice di alcune delle serie tv più seguite, tra cui l’amata Grey’s Anatomy, è stata accusata da alcuni fan su Twitter di dare troppo spazio alle relazioni omosessuali


I social media possono essere un’arma a doppio taglio. La loro presenza ha permesso una grande svolta nel rapporto tra spettatori e addetti ai lavori del mondo dello spettacolo ma il pericolo di essere feriti è dietro l’angolo: un mezzo come Twitter, che permette una relazione davvero ravvicinata con i propri idoli, spesso è anche veicolo di diffusione di malelingue e accuse insensate.

Un esempio è ciò che è successo all’autrice Shonda Rhimes, che è stata accusata da alcuni fan di aver inserito troppe scene di rapporti omosessuali all’interno di due tra i suoi prodotti più recenti e di successo: Scandal e How to get away with murder. Secondo gli accusatori, le scene sarebbero eccessive e fuori luogo e non apporterebbero nulla alla trama.

La risposta della Rhimes è arrivata sul social network stesso ed è stata epocale: “non ci sono scene gay o etero. Ci sono scene con protagoniste delle persone”. Ha poi continuato ricordando che ama i suoi fan su Twitter, ma che tra di loro si nasconde ancora qualcuno di immaturo e che deve ricordare che un giorno qualcuno potrebbe riservargli lo stesso trattamento discriminatorio.

Mentre la serie tv Scandal è giunta alla quarta stagione, How to get away with murder ha debuttato recentemente sul canale ABC e va in onda ogni giovedì sera. La serie ha come protagonista una professoressa di legge e super avvocato della Philadelphia University che si ritrova nel mezzo di un omicidio nel quale verranno coinvolti anche 4 dei suoi studenti. (m.r.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto