Serie tv, niente più spoiler sui social?

Serie tv, niente più spoiler sui social?

Per chi ama conoscere in anticipo la trama di una serie tv potrebbero arrivare tempi duri


E’ sempre molto avvincente e allo stesso tempo rassicurante cononoscere qualche mese prima gli ‘spoiler’, ovvero le anticipazioni di quello che accadrà nelle nostre serie tv preferite soprattutto se sono già andate in onda in America e quindi le informazioni appaiono più attendibile. Presto, però, potrebbe non accadere più nei social se Google decidesse di introdurre un filtro apposito.

Secondo quanto riportato da Cnet News, infatti, il gigante di Mountain View depositato un brevetto per un sistema che faccia da filtro alle anticipazioni indesiderate che spesso girano su piattaforme social come Facebook e Twitter. Si tratta di una scelta che potrebbe quindi venire in aiuto agli utenti che amano seguire programmi a lunga serialità in tv, ma che non vogliono rovinarsi la sorpresa in anticipo preferendo visionare quello che accade direttamente nel momento in cui va in onda.

Allo stesso tempo verrebbero anche tutelate le emittenti che trasmettono le serie tv e che vorrebbero che le vicende intricate che spesso coinvolgono i personaggi possano essere gustate con il massimo del coinvolgimento, cosa che può accadere solo senza conoscere in anteprima gli spoiler.

Il problema era già venuto alla luce qualche mese fa con l’account ufficiale della serie ‘The walking dead’, trasmessa in Italia da Sky Atlantic, che arrivò a pubblicare sulla sua pagina Facebook l’addio a uno dei personaggi principali (la morte di Beth) dopo la messa in onda dell’episodio sulla costa Est degli Usa e prima (a causa del fuso orario) del palinsesto della costa Ovest.

Il filtro a cui starebbe lavorando Google sarebbe in grado di identificare gli spoiler inerenti a serie e programmi televisive, libri e film e quindi rimuoverli dal flusso di post e cinguettii fino a quando non si è in pari con le puntate in onda, oppure non si arriva alla fine di un volume.

Al momento non è comunque ancora certo che questo meccanismo possa essere destinato ai consumatori, ma potrebbe essere di utilizzo soprattutto da parte delle emittenti coinvolte. Il meccanismo terrà conto nel caso delle serie tv ad esempio, degli episodi che l’utente ha guardato. Se un contenuto verrà ritenuto spoiler apparirà come censurato, ma l’utente avrà comunque facoltà con un click di vederne il contenuto. Non potrà dire però di non essere stato avvisato.

Voi cosa ne pensate? Amate la sorpresa o preferite conoscere in anticipo quello che vedrete?

Ilaria Macchi





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto