Scarlett Johansson hot, lo spot per il Super Bowl del 2 febbraio viene censurato

Scarlett Johansson hot, lo spot per il Super Bowl del 2 febbraio viene censurato

Sodastream ha scelto una testimonial sexy e bollente per il suo nuovo spot che ormai è diventato virale, nonostante la censura


Lei è l’attrice del momento, la cui voce ha fatto perdere la testa a Joaquin Phoenix nel film Her. Stiamo parlando di Scarlett Johansson, nuova musa di Woody Allen e donna dei sogni per tantissimi uomini. Qualsiasi cosa faccia o dica, Scarlett Johansson riesce sempre a centrare il punto.

La sua bellezza e il suo fascino hanno fatto di lei una delle attrici più amate e allora perché non sceglierla come testimonial? Deve averlo capito bene Sodastream che l’ha voluta a tutti i costi per il suo ultimo spot, che sarebbe dovuto andare in onda durante il famoso Super Bowl americano del 2 febbraio.

Niente di fatto per lo spot a quanto pare, perché sebbene abbia fatto immediatamente il giro del mondo, sebbene sia stato visto in tre giorni da più di tre milioni di internauti in rete, è stato censurato in maniera inspiegabile, almeno per i responsabili di Sodastream che si sono affrettati a rispondere.

Attraverso le pagine di Usa Today, infatti,  il CEO della SodastreamDaniel Birnbaum ci ha tenuto a dire la sua sull’accaduto e sulle spiacevoli polemiche venute a galla, soprattutto dopo che l’emittente Fox ha dimostrato di non avere alcuna intenzione di mandare in onda lo spot

Sì, perché Scarlett Johansson con tutta la sensualità di cui è capace soltanto lei, chiede scusa a Coca-Cola e Pepsi, affermando che senza le lattine, Soadstream ha un minore impatto ambientale e quindi sarebbe preferibile, vista la possibilità di creare vari tipi di bevande, di tutti i gusti e a tutti i sapori. Inutile dire che lo spot è diventato virale e che Scarlett Johansson ha dimostrato ancora una volta di essere il testimonial perfetto e decisamente d’impatto. Guardare per credere.(b.p.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto