Sanremo vola al 50%. E stasera “I soliti idioti”

Sanremo vola al 50%. E stasera “I soliti idioti”

Non crediate che, passato Celentano, a Sanremo da stasera in poi spiri vento di bonaccia. Ma i dati confermano, la…


Non crediate che, passato Celentano, a Sanremo da stasera in poi spiri vento di bonaccia. Ma i dati confermano, la “guerra” paga,  con un ascolto di 14.378.000 telespettatori nella prima parte, share 48,50% e 8.451.000 (55,23%) nella seconda, il pubblico dà ragione a Morandi e Mazzi.

E’ un fatto che l’ambientazione soft non faccia parte del dna di questo festival, e dopo le cadute di stile di Luca e Paolo, che ieri qualche volgarità potevano pure risparmiarsela, stasera sono di scena I soliti idioti, al secolo Fabrizio Mandelli e Fabrizio Biggio, il duo comico nato sugli scherma “alternativi” di MTV che, dopo essere diventato fenomeno antropologico grazie al successo del film ispirato alle loro gag giungono in un festival già sconquassato da polemiche e guai a rivestire, se ce ne fosse ancora bisogno, il ruolo di guastatori.

Li ritroveremo questa sera e già c’è chi ha pronto il taccuino per prendere nota del numero esatto delle parolacce che lanceranno nell’etere. Non c’è da stupirsi, se la volgarità non fosse stata richiesta, i due non sarebbero mai stati invitati, il contrario sarebbe come invitare Bocelli a parlare di cucina. E assicurano Mandelli e Biggio, parolacce sì, se necessario. Anche il loro show si prospetta lungo: in scaletta ben tre canzoni. E non chiedetevi che cosa c’è da ridere, loro dicono che sarebbe come “spiegare una barzelletta”.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto