Sanremo 2015, Carlo Conti in veste “francescana”

Sanremo 2015, Carlo Conti in veste “francescana”

Il conduttore dell’edizione 2015 del celebre Festival della musica italiana ispirerà il suo look e il suo atteggiamento alla più francescana semplicità.


Mancano ormai pochissime ore all’inizio del Festival di Sanremo 2015, in quest’edizione che vede come conduttore Carlo Conti. Dopo le polemiche degli ultimi anni, il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone ha assicurato che non ci saranno scossoni, mentre sul fronte degli ascolti l’obiettivo si assesta intorno al 38%. Sul palco stasera anche Albano e Romina Power, mentre tra gli ospiti internazionali si attende la splendida Charlize Theron. Una delle parole d’ordine di questo festival sarà la semplicità, che in primis caratterizzerà il conduttore Carlo Conti, intervistato dai redattori di sanfrancesco.org, del Sacro Convento di Assisi. Ogni anno il conduttore, infatti, presenzia a giugno nella piazza della Basilica di San Francesco d’Assisi per l’evento di solidarietà “Con il Cuore”.

La conferenza stampa di presentazione del festival si apre con il conduttore che ha detto: “Il clima è dei migliori, il sole e la mia abbronzatura potrà riprendersi un po’ dopo la pioggia degli ultimi giorni. Dopo Firenze e Roma, Sanremo è la mia terza casa, ho fatto tante prime serate qui. La vera forza del festival è il suo potere di riunire le famiglie italiane. Tutta la famiglia si mette davanti alla tv per guardare e commentare”.

Conti ha sostenuto di aver dato adito alla musica più con i fatti che con le parole e ha aggiunto: “Ho cercato di mettere musica al centro: 20 cantanti in gara, alcuni dei quali avrebbero tutti i titoli per venire come superospiti, con 20 canzoni belle e i giovani non più relegati a orari impossibili.”

Non mancherà anche un omaggio a Pippo Baudo, storico conduttore di tante edizioni del festival di Sanremo: “Ci siamo sentiti, e Pippo mi ha detto la cosa più bella: ‘E’ come se fossi lì con te. Se siamo qui oggi a fare il festival, a parlare del festival è grazie a personaggi come Baudo e Ravera che lo hanno reso un evento”.

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto