Sabina Guzzanti, la riscossa televisiva delle donne intelligenti?

Sabina Guzzanti, la riscossa televisiva delle donne intelligenti?

Tempi duri per le donne in tv, satira e giornalismo al femminile sono come perduti nelle calme equatoriali, spinti da…


Tempi duri per le donne in tv, satira e giornalismo al femminile sono come perduti nelle calme equatoriali, spinti da indici di ascolto che farebbero piangere anche un cyborg: Sabina Guzzanti, al via domani sera su La7 con “Un, due, tre stella!” è avvertita. Dandini (La7), Costamagna (Raitre) e Bignardi (La7) vivacchiano sui decimali – speriamo che si riprendano -. Cucciari (La7) nella sua  parentesi rosa di G-Day, fa bene, piace ma non supera mediamente il 3 per cento e la stessa Benedetta Parodi (più o mano agli stessi livelli) non sembra più riuscire a prendere gli spettatori per la gola.

 

Nell’autunno la satira politica su La7 era affidata a Maurizio Crozza che con Italialand (11%) faceva presagire una stagione esplosiva. A Sabina Guzzanti, reduce da 9 anni di esilio televisivo, il compito – non facile – di replicare gli exploit di Crozza. La prima puntata si annuncia ricca: un’intervista a Michael Moore ed una all’economista del PD Stefano Fassina, una nuova parodia di Monti; le consolidate e ben riuscite parodie di Lucia Annunziata e Barbara Palombelli. Quindi una fiction satirica dal titolo La Banca della Magliana, protagonisti gli attori della serie La banda della Magliana. Nel cast: Caterina Guzzanti come inviata; Nino Frassica, un gruppo di giovani attori e Lady Coco, regina dell’hip hop made in Italy.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto