Roberto Saviano al Festival di Sanremo 2013: 200 mila euro il compenso

Roberto Saviano al Festival di Sanremo 2013: 200 mila euro il compenso

Il quotidiano Libero, come sempre non perde occasione per puntare il dito contro lo scrittore di Gomorra. Il motivo? Questa volta la sua presenza al Festival di Sanremo costerebbe troppo. Sarà vero?


Che Fabio Fazio sarà il prossimo conduttore del Festival di Sanremo è un dato di fatto, una certezza ormai. Sono state rilasciate interviste e addirittura sarà attuata una nuova formula per tutti i concorrenti. Fazio è stato chiaro, vuole un Sanremo diverso, capace di dare lustro alle canzoni prima di tutto e questo non può farci che piacere.

Voci di corridoio hanno parlato anche di una collaborazione dei fedeli compagni di viaggio di Fazio, stiamo parlando di Luciana Littizzetto e Roberto Saviano. Nessuna certezza. Nessuna conferma, nessuna smentita. Soltanto voci.

Oggi, attraverso le pagine del quotidiano Libero si è appreso che Roberto Saviano ci sarà e che il suo compenso sarà anche piuttosto alto, 200 mila euro a puntata. Né più né meno. La presenza di Saviano per Fabio Fazio sembra essere una clausola, “o con Saviano o senza di me” a quanto pare.

Secondo il quotidiano di Maurizio Belpietro poi:

“A febbraio, quando va in onda il Festival, saremo nel pieno della campagna elettorale e Fabio avrà modo di far sermoneggiare Saviano di politica. Altro che Festival della canzone Italiana, nonostante la solita melassa faziesca: «Per me Sanremo è uno dei pochi valori televisivi veramente positivi», dice il conduttore nell’intervista concessa a Sorrisi e Canzoni, «un appuntamento affettuoso e popolare, sempre più nobile. È la memoria di un Paese, un’istituzione affettuosa, una vera festa popolare. Io lo vedo così». E sì come no. E gli affari, la gara, la pubblicità, i cantanti , cosa sono fastidiosi accessori? «Vorrei recuperare il valore nobile dell’aggettivo popolare, visto che la canzone è una delle cose più popolari che ci siano» “

E Libero prosegue:

“Saviano rischia di essere più devastante di Celentano, con la performance della passata edizione. Ma non c’è solo il Festival. Siccome Saviano è diventato l’arma da combattimento preferita da Fazio, Che tempo che fa, il programma di Rai Tre condotto dall’artista ligure, vedrà la presenza fissa dello scrittore nell’edizione del lunedì sera. Lo stesso Fazio ha chiarito che la puntata del primo giorno della settimana sarà «una sintesi di Che tempo che fa, Vieni via con me e Quello che (non) ho». Saviano interverrà, ma non avrà uno spazio fisso, potrà andare a ruota libera”

Ennesimo eccesso di Libero o verità?





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto