Renzi e Grillo in televisione come all’O.K. Corral

Renzi e Grillo in televisione come all’O.K. Corral

In televisione l’incontro istituzionale tra Renzi e Grillo, usufruita dai telespettatori grazie alla diretta streaming, al pari della Sfida all’O.K.Corral dei fratelli Earp. I minuti più lunghi della storia della politica italiana.


Gli ingredienti erano tutti pronti per la sfida. Renzi e Grillo, i protagonisti dell’incontro – scontro di consultazioni politiche prima di varare un nuovo Governo. Il luogo, è stato attorno ad un tavolo, come nei migliori saloon di frontiera. La televisione, pronta all’appuntamento e che ha svelato la sfida senza filtri, così nuda e cruda com’è avvenuta. Il resto lo hanno fatto i giornalisti. Quelli politici, quelli esperti di politica e del transatlantico, e della comunicazione.

Al di là dei contenuti dell’incontro, che in televisione i due interlocutori rendevano oggetto della sfida, Renzi, che in questo momento ha sempre cavalcato l’audience televisivo in tutti i talk politici dove si è recato, ha dovuto soccombere ad un Grillo che ben ha interpretato il proprio cognome in termini comunicativi. Quello che finora si è visto di Matteo Renzi in televisione, e che lo ha contraddistinto nella sua leadership politica conclusiva vale a dire la combattività, si è sgretolata dinnanzi ad una macchina da guerra come quella di Beppe Grillo. Matteo Renzi non ha guardato più gli italiani o i cittadini attraverso le telecamere, ma puntava il proprio sfidante direttamente negli occhi, seduto di fronte e con lo sguardo su di lui come in un primo piano degno di Sergio Leone.

Ma chi ha vinto ? I giornalisti politici a fine incontro hanno dato all’unanimità la vittoria al neo Presidente del Consiglio Matteo Renzi, a discapito dell’occasione mancata e sprecata di Beppe Grillo reo ancora una volta di aver tradito i propri elettori del movimento. Commenti e analisi che però sembrano cozzare contro l’opinione degli italiani. Non siamo ancora in grado di fornirvi i dati della rete, ma quelli del servizio interattivo di Sky in questo momento premiano abbondantemente, di dieci punti, il pistolero ligure Grillo contro lo sceriffo istituzionale Renzi. Ci sarebbe da dire che qualche minuto fa il distacco era di gran lunga superiore, ma i commenti degli invitati all’analisi, stanno accorciando la forbice tra i due contendenti. Il modificarsi delle percentuali dimostra la differenza tra una analisi propria e immediata del telespettatore, e una successiva e contaminata da giudizi esterni. Cosa dire ? La televisione serve anche per questo.
( f.s. )





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto