Pupetta, il coraggio e la passione: la vera storia di Assunta Maresca

Pupetta, il coraggio e la passione: la vera storia di Assunta Maresca

La donna che vendicò la morte del marito camorrista


Il pubblico italiano sta conoscendo in questi giorni le vicende di Pupetta, interpretata da Manuela Arcuri nella fiction “Pupetta – Il coraggio e la passione” trasmessa in quattro puntate da Canale 5. Benchè molto romanzata, la storia di Pupetta si rifà alla vita di Assunta Maresca, nata il 19 gennaio 1935 a Castellammare di Stabia (NA).

Ancora in giovane età, Assunta s’innamorò del boss di camorra Pasquale Simonetti, detto Pascalone’e Nola, con cui si sposò nel 1955, e del quale rimase subito incinta. Ad appena tre mesi dal matrimonio Pasquale venne ucciso da un boss rivale. Fu allora che Assunta si armò di pistola ed uccise il presunto mandante. Arrestata e sottoposta a processo, nel 1959 venne condannata a 18 anni di reclusione, ma nel 1965 ottenne la grazia e tornò libera.

Pupetta Maresca ha letto e approvato la nostra sceneggiatura” racconta Teodosio Losito che, insieme ad Alberto Tarallo, è produttore della Ares Film e autore del soggetto. “Ci ha raccontato molte cose della sua vita, ci ha descritto com’era il mondo in quegli anni. A quell’epoca non si parlava di femminismo, ma lei divenne subito un’eroina, al punto che, durante il processo, fuori dal tribunale, vendevano le sue fotografie.” 

“La nostra storia prende spunto dalla vicenda di Pupetta, ma è romanzata” aggiunge e continua “Abbiamo cambiato molti particolari ed è meno cruenta. Non sono stati raccontati nel dettaglio i fatti di sangue, ma abbiamo privilegiato la psicologia e il romanticismo del personaggio: la storia di una ragazza che in quegli anni, per difendere i suoi affetti e le sue scelte controcorrente, compie un atto estremo“.

La stessa Manuela Arcuri, che ha incontrato Assunta Maresca, è rimasta colpita dal coraggio e dalla forza smisurata dell’amore che provava per suo marito, al punto di farsi giustizia da sola. Protagonista reale di una storia drammatica e intensa, dove le passioni e la rabbia per ciò che le fu tolto, travalicano i confini della ragionevolezza. (m.t.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto