Pretty Little Liars 6 – Rilasciata la sinossi ufficiale dell’episodio 6×04

Pretty Little Liars 6 – Rilasciata la sinossi ufficiale dell’episodio 6×04

L’ABC Family ha già rilasciato la sinossi ufficiale dell’episodio 6×04 di Pretty Little Liars


Il ritorno delle Liars è stato veramente da bomba grazie alla loro liberazione, dopo un mese lungo di prigionia nella casa delle bambole, e al ritrovamento di una quinta ragazza di nome Sara Harvey scomparsa proprio nello stesso periodo di Alison.

Nuovi dubbi sono dunque sorti all’orizzonte ma ciò che tranquillizza i fan è il fatto che si tratti, finalmente, della stagione delle risposte. In questa sesta stagione di Pretty Little Liars si inizierà finalmente a giocare a carte scoperte per mettere definitivamente spalle al muro Charles, alias -A.

In attesa di vedere cosa accadrà nella puntata 6×02, intitolata “Song of innocence, che andrà in onda il prossimo 9 giugno, l’ABC Family ha già deciso di portarsi avanti rilasciando la sinossi ufficiale dell’episodio 6×04, dal titolo “Don’t look now“, che verrà invece trasmessa il prossimo 23 giugno.

Ma vediamo insieme cosa accadrà. Ken DiLaurentis, dopo aver mentito per lungo tempo ad Alison ed a Jason sul conto di Charles, deciderà finalmente di parlare e di raccontare la verità. L’uomo inizierà così a raccontare la connessione che intercorre tra lo stalker e la famiglia DiLaurentis e, seppur evitando di narrare i piccoli particolari della sua esistenza, darà dei consigli alle Liars.

Ken, infatti, pur di aiutare le amiche della figlia a mettere a posto tutti gli indizi che fino ad ora sono riuscite a recuperare le inviterà a dirigersi al Radley. Sarà però una corsa contro il tempo perchè il manicomio è ormai chiuso e tutti i documenti verranno presto distrutti. Riusciranno Hanna, Emily, SpencerAria ad agire prima che tutte le infomazioni sul con di Charles vengano distrutte?

Può interessarti anche:

Pretty Little Liars 6 – Rilasciato il promo australiano dell’episodio 6×02

Pretty Little Liars 6 – Nuove teorie sul gemello Charles

a.m.

 

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto