Premio Terna, i vincitori

Premio Terna, i vincitori

Il PT03  ha scelto i propri “visionari”. I 13 vincitori della terza edizione del concorso, chiamati ad esprimersi sul tema…


Il PT03  ha scelto i propri “visionari”. I 13 vincitori della terza edizione del concorso, chiamati ad esprimersi sul tema ‘  +   150  Visione: Origine e Potere. Energia attraverso le Generazioni ‘, sono stati selezionati tra oltre 3mila partecipanti. “Una selezione – spiegano i curatori del PT03 Gianluca Marziani e Crisiana Collu -, che impressiona per rigore estetico e intensità concettuale. L’ulteriore conferma di un processo curatoriale che ha ragionato in termini di sistema e non semplicemente di concorso”.

Il primo classificato tra i 23 partecipanti alla categoria Terawatt, ad invito dedicata agli artisti già affermati, è Ettore Spalletti, con l’opera “Torso”. Il numero uno nella categoria Gigawatt, dedicata agli artisti under 35, è invece Andrea Nacciariti di Ostra Vetere in provincia di Ancona, che trionfa con l’opera “Boundaries”. A Giancarlo Norese di Novi Ligure, in provincia di Alessandria, spetta invece il primo premio per la categoria Megawatt, dedicata agli artisti over 35, con “Precarious Home”. Il primo classificato nella categoria Connectivity, dedicata agli artisti di ogni nazionalità che operano a Pechino e Shanghai, è invece Weidond Cai di Pechino, con l’opera “Invasion of Light”.

Seguono i secondi e terzi classificati nelle rispettive categorie. Medaglia d’argento e di bronzo per i Gigawatt Francesca Grilli di Bologna con l’opera “Effluvia” e Marco Fedele di Catrano di Roma con l’opera “Senza Titolo”, per i Megawatt Davide Tranchina di Bologna con l’opera “Big Bang #1” e Paolo Meoni di Prato con l’opera “Unità residenziale d’osservazione”. Per Connectivity, si classificano Gang Ma con l’opera “Il teatro di un uomo” e al terzo posto Ren Hang con l’opera “No name”, entrambi di Pechino.

Menzione speciale “alTERNAtiva” a Liliana Moro con l’opera “E lucevan le stelle”, a Riccardo Previdi con l’opera “Test (Parrot), 2010” e a Ciriaca Erre con l’opera “Changing is natural”, “per una riflessione intuitiva e non didascalica”.

Al Gigawatt Marinella Senatore, con l’opera “Generation” e al trio Megawatt ZimmerFrei, con “Tomorrow is the question” è andato infine l’ambìto Premio Musei, assegnato da un’apposito comitato presieduto da Gabriella Belli, nato in collaborazione con L’Associazione dei Musei di Arte Contemporanea Italiani (AMACI).

Tutte le opere iscritte al concorso hanno inoltre partecipato al Premio Online. Ma il pubblico del web non ha avuto dubbi:è Yiquian Zhao, ventottenne di Pechino, con l’opera “C’è, non c’è, il tempo” a conquistare il podio.

Non spetta ora che ammirare le opere vincitrici e i capolavori dei 23 artisti di fama che hanno risposto all’invito del Premio Terna nella categoria Terawatt. L’apputamento è per metà dicembre presso il Tempio di Adriano a Roma con la mostra finale del concorso che solo lo scorso anno ha catalizzato l’attenzione di oltre 30mila spettatori. Info: www.premioterna.com





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto