Pippo Baudo contro Pechino Express e Costantino: “Dobbiamo far conoscere l’Italia, preferiscono il nobile squattrinato”

Pippo Baudo contro Pechino Express e Costantino: “Dobbiamo far conoscere l’Italia, preferiscono il nobile squattrinato”

Tornerà a condurre Sanremo prima di passare a miglior vita. O almeno è quello che spera


Da qualche anno a questa parte è sempre sull’onda della polemica Pippo Baudo, che questa volta in un’intervista rilasciata a La Sicilia se la prende con Pechino Express e con il conduttore Costantino Della Gherardesca.

Fulcro della polemica il suo ultimo programma itinerante Il Viaggio, andato in onda su Rai 3 ma chiuso per i bassi ascolti, che a suo dire sarebbe dovuto rimanere sugli schermi in quanto si trattava di un contenitore ben fatto, e che soprattutto metteva in luce le bellezze dell’Italia: “Noi dobbiamo far conoscere il nostro Paese, non l’Asia”.

Definisce il conduttore di Pechino Express un “Nobile squattrinato” facendo intendere come sia immeritatamente preferito a lui ed al suo Il Viaggio, e mentre si prospetta con Giancarlo Leone un ritorno su Rai 1 sottolinea come il suo obiettivo resti ancora il Festival di Sanremo: “Prima di morire mi capiterà di condurre un altro Sanremo. Sarà il mio lasciapassare per l’addio”. A proposito di Sanremo, confida di aver parlato con Carlo Conti, futuro timoniere della kermesse canora, rimarcando l’importanza di trovare canzoni valide affinché il Festival abbia fortuna: “A Sanremo puoi fare tutto quello che vuoi, ma se non ti porti tre canzoni forti che per almeno un anno si cantino, è come se non l’avessi fatto. Chi si ricorda chi ha vinto l’anno scorso?”.

Valeria Martalò





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto