Per amore del mio popolo, trama e anticipazioni della seconda puntata di oggi 19 marzo

Per amore del mio popolo, trama e anticipazioni della seconda puntata di oggi 19 marzo

La fiction dedicata a Don Diana ha riscontrato un grande successo durante la prima puntata di ieri, Alessandro Preziosi veste i panni del parroco che ha combattuto la camorra


La prima puntata di Per amore del mio popolo è andata in onda ieri sera, martedì 18 marzo e terminerà oggi con il secondo appuntamento. Possiamo affermare senza ombra di dubbio che il film-tv prodotto per Rai Fiction dall’Aurora Film e diretto da Antonio Frazzi ha convinto il pubblico della televisione generalista italiana. Il merito probabilmente è stato del bravissimo Alessandro Preziosi, ma anche della toccante storia di Don Peppe Diana.

Il parroco campano ha combattuto con le unghie e con i denti, sempre a testa alta, la criminalità organizzata: ha coinvolto i giovani a scelte consapevoli, è stato sempre accanto ai suoi fedeli infondendo forza e coraggio e sopra ogni altra cosa è sempre stato dalla parte dei giusti annunciando il Vangelo e predicando il bene.

Ecco dunque gli ingredienti perfetti di questa fiction: la storia, il cast e la profondità di analisi che scena dopo scena si evince e che i telespettatori di Rai1 sono riusciti a toccare con mano. Questa sera, sempre sul primo canale, andrà in onda la seconda e ultima puntata ed ecco cosa vedremo.

Don Peppe Diana, dopo aver diffuso in tutte le parrocchie delle diocesi di Casal di Principe la lettera aperta Per amore del mio popolo, è stato letteralmente preso di mira dalla camorra e mentre i fedeli e i vertici della chiesa sono dalla sua parte, la vendetta come sappiamo è un piatto che va servito freddo.

Ecco dunque che le lotte interne tra le famiglie mafiose rivali continuano senza sosta e non senza lasciare vittime: faide, ancora morti, coinvolgimento della politica nelle vicende di criminalità organizzata e ovviamente appalti e soldi sporchi soprattutto nell’ambito rifiuti.

Don Diana continua la sua lotta, continua a portare la parola del Vangelo all’interno della sua comunità ormai sfiancata dalla situazione insostenibile. Il consiglio comunale si scioglie e Don Diana appoggia apertamente la lista civica di Franco Aversa e la sua candidatura a sindaco. La sua vittoria fa sperare in un cambiamento di rotta, ma per il parroco c’è ben poco da fare.

Chiamato dalla Procura di Napoli dopo la deposizione di pentimento di un suo amico, tutti arrivano a conoscerlo e la sua esposizione è ormai all’apice. Il 19 marzo del 1994, la camorra lo ucciderà sul sagrato della sua parrocchia, proprio come fu qualche mese prima per Don Puglisi in Sicilia.

Se volete conoscere tutti i segreti di Per amore del mio popolo, CLICCATE QUI. (b.p.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto