Pechino Express 3: Costantino Della Gherardesca confermato

Pechino Express 3: Costantino Della Gherardesca confermato

Massimiliano Rosolino e Marco Maddaloni hanno portato a casa la vittoria. Ecco però le prime anticipazioni sulla nuova edizione che arriverà nel 2014.


La seconda stagione di Pechino Express è stata letteralmente un successo e il merito è stato di tanti fattori che, uniti l’uno all’altro, hanno reso il programma un vero e proprio diamante per la Rai e in special modo per RaiDue. Perfetta la location: la corsa verso Bangkok ha letteralmente tenuti incollati milioni di telespettatori.

Costantino Della Gherardesca è stato il presentatore perfetto: attivo durante le puntate, sveglio e sagace e totalmente a suo agio, capace di gestire tutto e tutti e di rendere le puntate ancor più divertenti anche sul lato social, che ha visto trionfare letteralmente Facebook e Twitter, gestiti magistralmente da Magnolia. Il più soddisfatto di questo aspetto è  il direttore di Rai2, Angelo Teodoli che si dimostra entusiasta per i risultati ottenuti:

“A me interessano i risultati sui social network. Quando siamo andati in onda di mercoledì il lunedì eravamo comunque fra i trend topic di Twitter”.

Squadra che vince non si cambia e lo sa bene la Rai, lo sanno bene i piani alti e allora via a Pechino Express 3 il prossimo anno, via a una nuova edizione ancor più sorprendente di quella appena terminata. A spiegare tutto per filo e per segno è lo stesso Costa che a Tv, Sorrisi e Canzoni svela:

“Nel 2014 al 90% faremo la terza edizione e quasi sicuramente io ci sarò. La prossima destinazione? Mi piacciono i Paesi arabi: partenza dal Sinai, poi Giordania e la piana di Gerico. Più facile, però, un itinerario nelle ex Repubbliche sovietiche centro-asiatiche. Per condurre Pechino Express bisogna seguire una profilassi contro qualsiasi malattia: malaria, febbre gialla, meningite, colera, epatite, tifo. Così tanti vaccini da avere le allucinazioni. E il problema è il caldo. Nel mio viaggio in India nel 2012 toccammo i 50 gradi”. 

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport rincara la dose:

“Vorrei rifare il viaggio di Mosè con gli ebrei dal Cairo alla Giordania, ma è più probabile l’ex Urss. Il programma piace perché porta un gioco in posti che la gente non ha visto, è coraggioso nel montaggio, rispetta il pubblico”.

Insomma, appuntamento per il prossimo anno con Pechino Express 3, appuntamento con l’esilarante Costantino Della Gherardesca e con il suo modo impeccabile di fare televisione e di tenere incollati migliaia di telespettatori alla televisione e sui social network! (b.p.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto