One Direction – la band si scioglie, ma non è colpa di Harry Styles

One Direction – la band si scioglie, ma non è colpa di Harry Styles

A fornire la sua personalissima interpretazione è il cantante dei Westlife, Kian Egan, lui sì che di boy band se ne intedende


A quanto pare le directioner non possono proprio dormire sonni tranquilli e qua e là in rete si rincorrono le notizie – puntuali come un orologio svizzero -, di quella che sembra essere l’epocale news di un imminente scioglimento di una delle band più acclamate e di successo al mondo. Gli One Direction potrebbero presto finire nel dimenticatoio, oppure potrebbero abbandonare l’idea di restare una band per intraprendere la carriera solista.

Diciamo che la notizia non è ufficiale per fortuna, ma soltanto una supposizione: a lanciare la bomba è stato l’ex componente di Westlife, nota boy band britannica. Kian Egan ha fatto sapere durante un’intervista al Sun, di non vedere un futuro esattamente roseo per Niall Horan, Zayn Malik, Liam Payne, Harry Styles e Louis Tomlinson.

Il gruppo infatti potrebbe subire una battuta d’arresto non indifferente, tanto da lasciare a bocca aperta tutto il mondo, visto che il loro successo è stato tante volte paragonato a quello che ebbero i Beatles tanti e tanti anni fa. Sono giovani, sono belli, piacciono alle ragazze di tutto il mondo e nel giro di un anno hanno incassato più di 20 milioni di euro a testa per il successo ottenuto.

Insomma, gli One Direction sono gli One Direction, ma la loro reputazione come band potrebbe essere intaccata da tanti fattori esterni che renderebbero la vita del gruppo non troppo facile. Almeno è questo ciò che pensa Egan, che ha fatto sapere di trovare sconveniente ai fini della sintonia interna, che anche un solo membro pensi di poter esportare la sua creatività.

Le sue parole si riferiscono a Liam Payne che ha fatto sapere di voler scrivere testi per le Neon Jungle: niente di più sbagliato, almeno secondo l’ex Westlife. Per Egan il fatto che la band sia diventata formazione soltanto da quattro anni, potrebbe essere un fattore di rischio notevole: poca unione e poca sintonia, tanto per capirci.

E’ bene comunque che le directioner sappiano che queste sono solo supposizioni e dichiarazioni, che comunque gli One Direction ci sono e sono pronti per il loro Where We Are Tour, per cui non resta che attendere di vederli in Italia. Se volete saperne di più sui loro progetti attuali, CLICCATE QUI. (b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto