Neonata “incinta” di due gemelli, ecco com’è possibile

Neonata “incinta” di due gemelli, ecco com’è possibile

La situazione è frutto di una particolare condizione medica chiamata “Fetus in fetu”. Leggiamo di cosa si tratta.


Una neonata, venuta alla luce a Hong Kong, è risultata essere “incinta” di due tumori nel suo addome che sono stati successivamente accertati essere due feti. La piccola, nata al Queen Elizabeth Hospital nel novembre 2010, ha dovuto subire un intervento chirurgico a sole tre settimane di vita affinché le venissero rimossi i feti.  I feti, che si ritiene avessero tra le 8 e le 10 settimane di gestazione, avevano ognuno quattro arti, una colonna vertebrale, gabbia toracica, intestini e l’ano, ma erano diversi nel peso.

La piccola ha fatto un buon recupero ed è stata dimessa dall’ospedale Yau Ma Tei otto giorni dopo l’operazione.

L’anomalia, denominata “Fetus in fetu”, è riportata nell’ultimo numero dellaHong Kong Medical Journal pubblicato nei giorni scorsi. La condizione è estremamente rara e si verifica in una sola su 500.000 nascite nel mondo. Meno di 200 casi sono stati riportati in letteratura, e fino ad oggi, questo è stato solo il secondo caso regionale riportato, dice lo studio. Il dottor Yu Kai-man, specialista in ostetricia e Ginecologia, riteneva che fosse il primo caso documentato in città. Ha spiegato che il fetus in fetu è una rara condizione embrione fecondazione esterna dell’embrione e che per il feto è improbabile la sopravvivenza.

E’ una condizione quasi impossibile da rilevare durante il normale check up prenatale, poiché l’embrione all’interno del bambino era troppo piccolo”, ha detto Yu, ex professore presso l’Università cinese di Hong Kong.

“Dal momento che è impossibile per la bambina aver concepito la gravidanza da sola, la fecondazione dei feti gemelli, ovviamente, appartiene ai suoi genitori, che è finita nel posto sbagliato.”

Il rapporto ha detto che la causa che si cela dietro l’anomalia è ancora sconosciuta e che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato la condizione come una variante di teratoma maturo, un tipo di cancro. Ma il rapporto ha anche suggerito che era probabilmente legato al fatto che la madre possa aver avuto uno o più aborti.

La diffusione degli ultrasuoni nel controllo prenatale all’inizio della gestazione può fornire indicazioni più concrete … e far luce su questa condizione intrigante”, dice il rapporto.

Un portavoce dell’ospedale non ha voluto commentare il caso.

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto